“IO NON HO FINITO” NICCOLO’ AGLIARDI e THE HILLS – Recensione

Agliardi - Io non ho finito - copertina

Io non ho finito” è il nuovo album (quarto in carriera) di Niccolò Agliardi che riparte dal grande successo riscosso dal serial tv “Braccialetti rossi” e relativa colonna sonora da lui composta quasi interamente. Stavolta non è da solo ma accompagnato dai “The Hills” la band che lo affianca da qualche tempo in tour ma anche in studio regalando linfa nuova alla sua produzione.

La vera buona notizia è proprio questa: a differenza dei lavori precedenti questo disco suona più vivo che mai tracciando una linea musicale molto più dettagliata che in passato che si completa alla perfezione con i testi, pregevoli come d’abitudine di Niccolò.

Si sente forte e chiara l’intenzione di uscire dalla “nicchia” coinvolgendo anche artisti diversi per mondi e generi musicali come Emis Killa e Mauro Ermanno Giovanardi che appaiono rispettivamente in “Soltanto il vero” e “Un frammento“.

C’è spazio anche per una “reprise” dal passato come avvenuto nel disco precedente, si tratta di “Atti mancati“, originariamente inclusa nel primo album del cantautore che ritorna qui riletta e rivalorizzata da un’arrangiamento più incisivo ed emozionante che si apre su un finale da brividi.

L’amante” che “ha lo stesso dolore, ma non lo stesso diritto” chiude il cerchio delle cose belle, che sono tante ma che non sveleremo per intero per lasciarvi il piacere di assaporare questo album.

Potremmo concludere dicendo che si tratta di un disco con “Più musica e meno testo” (tanto per citare un altro brano del passato di Agliardi) col rischio di minimizzare l’intensa bellezza di queste canzoni, che non possiamo far altro che consigliare ed ascoltare. E ascoltare..

MIGLIOR CANZONE:  Il piano d’azione
VOTO: 8/10

Sostieni la Musica Italiana e AllMusicItalia acquistando la copia originale dell’ultimo album di Niccolo’ Agliardi & the Hills in formato digitale su Itunes
o il cd su Amazon.

  Sono nato a Roma nel 1987, ed è qui che ho deciso di tornare dopo qualche anno di vagabondaggio per studio e lavoro. La musica è la mia passione vera; da sempre ho avuto l’esigenza di ascoltare, scoprire ed esplorare generi ed artisti diversi. La mia vena critica e quella polemica mi hanno portato su All Music Italia dove recensisco i dischi italiani in uscita più interessanti.
segui su: