Urban Strangers: la paura del cambiamento nel nuovo singolo, “Non so”. Ecco il video ufficiale

Urban Strangers

Il debutto degli Urban Strangers in italiano sembra essere stato recepito in modo più che positivo dal pubblico che, nonostante la lunga assenza dalle scene (sopratutto televisive) del duo lanciato da X Factor, ha premiato la loro Non so portandola ad un passo dalla Top ten di iTunes (posizione #12, potete scaricarlo da qui) nei primi tre giorni dall’uscita.

Ora, in attesa che le radio italiane si accorgano delle potenzialità di questa canzone assolutamente attuale nel sound (qui la recensione del nostro critico), Genn e Alex lanciano il videoclip ufficiale del brano diretto da Tiziano Russo, un video dal sapore anni ’90 che vede gli Urban Strangers quasi estranei a quello che accade, spettatori degli avvenimenti che succedono accanto a loro, scene in cui le paure e le ansie dei loro coetanei la fanno da protagonista.

Gli Urban per il loro debutto in italiano infatti sono riusciti nel difficile compito di non snaturare i loro testi da sempre contraddistintisi per gli argomenti trattati… le insicurezze e i disagi della propria generazione.

Abbiamo raggiunto telefonicamente Genn e Alex per farci raccontare da loro stessi cosa rappresenta questo nuovo inizio e cosa vogliono comunicare con Non so

Non so è il primo brano in italiano che abbiamo scritto e su cui abbiamo lavorato per descrivere il nostro cambiamento, sottolineando la non consapevolezza di ciò che siamo e stiamo per affrontare.

Questo per noi è un nuovo inizio, lontani da molte nostre certezze, ma continuando a lavorare con Raffaele Ferrante che, ancora una volta, è riuscito a rappresentare e valorizzare a pieno ciò che siamo e a definirlo musicalmente“.

ALEX:

L’intenzione è quella di comunicare la difficoltà di fronte cui mi sono trovate nel cambiare, in questo caso parlo dell’avvicinamento all’italiano, e del timore che le persone possano fraintendere il significato delle mie parole e dei miei pensieri.

Il mio obbiettivo, infatti, è sempre quello di fare arrivare alle persone le incertezze allo stesso tempo, e nello stesso modo, in cui le sto vivendo.

GENN

Il continuo cambiare in modo così veloce mi porta ad essere spaventato, a chiedermi costantemente cosa e chi sono e quanto quello che sono è condizionato dagli altri, spesso non trovando una vera e propria risposta, ma perdendo tutti i punti fissi.

Ciò che mi spaventa è di non essere solo in tutto questo, sapere che ci sono molte persone che vivono queste ansie. Quindi mi chiedo ancora di più – Cosa c’è che non va? –

Prezzo: EUR 1,19

 

 

  
segui su: