The Voice Of Italy: MORGAN, MAX PEZZALI, EMIS KILLA e RAFFAELLA CARRÀ in giuria?

morgan_max_emis_raffaella

Caos a Rai Due. La rete sta freneticamente cercando una nuova squadra di coach per la quarta edizione di The Voice of Italy, il talent che ha visto il fuggi fuggi generale di tutti i giudici finora sedutisi sulle poltrone rosse.

J-Ax ha sonoramente sbattuto la porta non senza polemiche, per Noemi è tempo di concentrarsi sulla musica e il nuovo album di inediti, uscite senza troppe parole per Piero Pelù e Roby con Francesco Facchinetti.

I rumor sul nuovo quartetto ormai vanno avanti da tempo, molteplici i nomi susseguitisi in queste settimane, e se pochi giorni fa sembrava quasi certo vedere in gioco Fiorella Mannoia e Geri Halliwell (con Nek dapprima messo in ballo poi “passato” al concorrente Amici di Maria De Filippi come giudice al serale), in queste ore si è andato formando un nuovo possibile poker con un grande ritorno e tre nomi di peso, come riporta TvBlog.

Raffaella Carrà, uscita di scena dopo la seconda edizione per concentrarsi sull’ultra flop Forte Forte Forte, tornerebbe più carica che mai per guidare uno dei team canterini. Ad affiancarla in primis Max Pezzali, che tra 883 e carriera solista ha messo assieme ben 24 anni di onorata carriera con buoni successi e l’esperienza per il ruolo.

Con Emis Killa (del quale avevamo già parlato QUI) si riempirebbero in un sol colpo la “quota rap” e la “quota giovani”. Il rapper milanese ha espresso il desiderio di sedersi al banco di un talent show e quella di The Voice potrebbe essere l’occasione giusta. Chiuderebbe il cerchio un nome che farebbe sicuramente parlare: Morgan, storico giudice di X Factor Italia, ormai uscito di scena dal programma di Sky ma pronto a rilanciarsi nel ruolo con Mamma Rai.

  Laureando in giornalismo, cantante per vocazione, responsabile Officina del Talento qui su All Music Italia, speaker per Radio Stonata, redattore per Eurofestival News. Un ragazzo multitasking direbbero gli inglesi, poiché non riesco a fare una sola cosa in un solo momento. Sento l’esigenza inconscia di incasinarmi la vita con troppi impegni nel mondo della comunicazione e tutti rigorosamente legati alla musica. Vivo costantemente alle prese con file mp3, video Youtube, status su Facebook, hashtag su Twitter, post nei forum. Ma appena possibile stacco il cervello, butto due cose in valigia e parto alla scoperta del mondo.
segui su: