In uno scenario apocalittico alla “Walking dead” i SUNTIAGO descrivono una società sola ma sempre social in “RIPster” (VIDEO)

suntiago

Come pensi di distinguerti/omologandoti?

È questa la domanda fondamentale, oggi più che mai, che si fanno i Suntiago nel loro nuovo singolo RIPster: in un mondo sempre più social e sempre meno sociale, i ragazzi di oggi sembrano tutti morti viventi, più interessati a quello che capita sullo schermo del telefono che a ciò che avviene intorno a loro.

RIPster è il nuovo videoclip del trio romano uscito lo scorso 27 giugno.
La band composta da Giovanni Ciaffoni (voce, chitarra elettrica), Stefano Danese (basso), Nahuel Rizzoni (batteria, percussioni e cori) da alla luce il primo singolo che vira decisamente verso un rock intenso come anteprima del nuovo disco che vedrà luce in autunno, il tutto dopo aver ottenuto un ottimo riscontro con l’album d’esordio, Spop con cui tra l’altro hanno vinto l’Arezzo Wave Ius Soli 2014, sono stati “Artista della settimana” su MTV New Generation e hanno trionfato come “Artista dell’anno” nel contest della rivista Exitwell.

RIPster è accompagnato da un video diretto da Egidio Amendola e dai ragazzi del Collettivo Midria che assomiglia molto ad una puntata di Walking dead tra zombie, infezioni mortali e fughe disperare.
Eccome come lo descrive il leader della band:

La canzone è nata più di un anno fa mentre dilagava il fenomeno della moda Hipster che ha divorato dall’interno la nostra città. Partendo da alcuni cliché quali il giradischi o la bicicletta, il testo è una critica indirizzata non tanto ai princìpi della cultura hipster, assolutamente rispettabili, quanto a chi pur di seguire la moda del momento arriva a ridicolizzare se stesso e quello che ha, cominciando a dire o fare cose che non hanno avuto alcun valore prima. L’omologazione fanatica contro la personalità stabile, di chi magari solo perché è rimasto se stesso, si ritrova spaesato in un mondo completamente nuovo anche nei contesti più abitudinari. Mentre lavoravamo sui brani del nuovo album il tempo passava, e negli ultimi mesi più di una volta abbiamo riflettuto sul potenziale effettivo di un testo che affrontasse una tematica ormai passata. Fino ad accorgerci però, guardandoci intorno e sentendoci ancora addosso quella sensazione di disagio ed esclusione dai contesti mondani, che la tematica in questione non era passata affatto. La moda hipster non è morta. Da lì il titolo RIPster e da lì l’idea del video, persone contagiate dal virus che pensavamo morte ma che girano ancora in mezzo a noi quasi fossero degli zombie”.

Insomma un ottimo ritorno per questa band dalle sonorità decisamente crude, il tutto in attesa di scoprire come sarà le altre canzoni del nuovo album.

I Suntiago nascono dall’unione di due band molto attive nella scena musicale romana, i Sundowner e gli Embrione.
Nel 2011 esce il primo Ep auto-prodotto intitolato 12:34 e nell’autunno 2013 firmano un contratto con la Seahorse Recordings che porta all’uscita nel 2014 di Spop di cui vengono realizzati i videoclip di Seguimi, Funk off e Africa.

 

 

  
segui su: