SUBSONICA: il nuovo singolo è “I cerchi degli alberi” (VIDEO e TESTO)

subsonica

Arriva in radio venerdì 9 gennaio I cerchi degli alberi, il nuovo singolo dei Subsonica estratto dall’ultima fatica in studio Una nave in una foresta (disco d’oro 2014).

L’uscita del nuovo singolo, si pone a metà tra la fine del tour nei più importanti palazzetti italiani e l’inizio dell’avventura europea della band:

Apr 11 Centro Esposizioni Lugano, Switzerland RSVP
Apr 15 Le Trabendo Paris, France Tickets RSVP
Apr 17 VK Brussels, Belgium RSVP
Apr 19 Shepherd’s Bush Empire London, United Kingdom RSVP
Apr 20 Melgweg Amsterdam, Netherlands Tickets RSVP

I cerchi degli alberi è il caso di una storia che, traendo forza da simboli naturali senza tempo, cerca il suo ritaglio di eternità in una cornice vorticosamente minacciosa.

Le spirali di sintetizzatore che introducono il brano dichiarano da subito l’anima profondamente elettronica di questa canzone.

Il 9 novembre 2013, in un quotidiano il titolo “Piovono satelliti” introduceva la notizia dell’impatto previsto, contro l’atmosfera, del satellite Goce, e di tutti i rischi ad esso correlati. I Satelliti che fino a ieri simboleggiavano un lato positivo, esplorativo, delle conquiste tecnologiche, oggi si trasformano in minaccia globale senza confini e senza possibilità di protezione. Come le centrali nucleari, come l’inquinamento, come il surriscaldamento del Pianeta, come i veleni presenti in quello che mangiamo e beviamo.

Questo è lo scenario di fronte al quale prendono forma i nostri progetti, prendono la rincorsa slanci e storie d’amore.

I CERCHI DEGLI ALBERI – VIDEO UFFICIALE

I CERCHI DEGLI ALBERI – TESTO – SUBSONICA

Come i cerchi degli alberi
hai contato i miei anni
hai creato un silenzio
che non scorderò
l’hai portato con te

C’è la pace che vorrei
chiusa in fondo agli occhi tuoi
due fondali che non hanno età
cieli estivi limpidi
piovono satelliti
tutto gira forte intorno a noi
siamo nuove origini
tra le vecchie ingenuità
dimmi che non moriremo mai

Le panchine tra gli alberi
tra i graffiti degli anni
mi hai giurato che il tempo
non ci cambierà

C’è la pace che vorrei
chiusa in fondo agli occhi tuoi
due fondali che non hanno età
cieli estivi limpidi
si alzano gli oceani
tutto gira in fretta intorno a noi

Che respiriamo liberi
aria e lacrimogeni
stretti contro il tempo che verrà

Siamo nuove origini
tra le vecchie ingenuità
dimmi che non moriremo mai

Cieli estivi limpidi
piovono satelliti
tutto gira in fretta intorno a noi

  Blogger per caso. Così mi si potrebbe definire. Nonostante la mia formazione economica, la musica è sempre stato il sottofondo della mia vita e non solo: nel mio curriculum trovate la gestione di un fan club e una tesi di laurea intitolata “Il marketing degli eventi musicali live“. Vivo a Milano e di lavoro faccio la cattiva: sono quella che, quando andate a chiedere un finanziamento, dice di NO! Blogger per caso su All Music Italia.
segui su: