Per il suo esordio SPIKA porta nell’epoca del rap “Ba.. Ba.. Baciami piccina”

spika

E’ entrato in rotazione radiofonica lo scorso 18 novembre Ba..Ba.. Baciami piccina, singolo d’esordio di Spika.

Giovanissimo rapper Palermitano, Spika, per il suo esordio nel mondo discografico prende in prestito la nota canzone del 1940 di Morbelli e Astore e la trasforma in un brano up tempo moderno grazie agli innesti rap nel testo, parti scritte dallo stesso Spika.
Ad arrangiare il brano il Maestro Aniello Misto che ha anche curato la produzione artistica dell’intero album del rapper presso gli studi Sud in Sound di Napoli.
Nel brano le atmosfere swing si sposano inaspettatamente con l’elettronica ed il rap con cui Spika trasporta ai giorni nostri questo brano d’altri tempo.

Ba..Ba.. Baciami piccina anticipa l’uscita di Autorapsia, album d’esordio di Spika la cui uscita è prevista per il prossimo mese di dicembre. Il singolo ha toccato come posizione massima nel giorno di uscita il terzo posto della classifica di iTunes.

spika

Spika (vero nome Francesco Quartararo) ha iniziato a comporre testi all’età di 12 anni orientandosi istintivamente sulla metrica e il flow che stanno alla base della musica rap. Nel corso degli anni ha sviluppato uno stile molto diretto e personale.

Qui di seguito trovate il testo del brano…

SE TU NON ESISTESSI IO TI INVENTEREI
SIAMO SOLO UN PO’ SCONNESSI
MA TI COLLEGHEREI
LA NOTTE E’ UN PO’ VICINA
STIAMO VICINI IO E TE
ORA CHE IL CIELO RIMANE SOLO IL LIMITE

NON È VERO CHE SE NON TI CERCO NON TI PENSO MAI
MA SE ME NE VADO VIA PER SEMPRE
NON MI MANCHERAI
VADO LONTANO DOVE L’ARIA LA RESPIRO APPENA
NEBBIA DI MILANO, SOLE DI PALERMO A CENA

TE L’HO SCRITTO SOPRA I MURI
SE QUI AMARSI È DIALOGARE NOI SIAMO RIMASTI MUTI
VOLENDO POTREI DARTI UN PO’ PIU’ TEMPO MA DOVREI DARMI PIU’ TEMPO ANCH’IO
ME L’ACCENDO, VOLO SU UN PARAPENDIO

MENTRE TUTTI STANNO INCASINATI AL TRAFFICO
LE MACCHINE LE MASTICO QUI L’ANTEMPRIMA È DRASTICO
E LA MIA VITA È UN INSIEME DI VENTO ANDATO
FATTI DI CEMENTO ARMATO QUESTO TRENO CHE HA TARDATO
E SONO QUI CHE ASPETTO CON LA MIA AMICA SAZIA
A LEI NON LE DO UN NOME, SI’, LA CHIAMO ANSIA
NON VOGLIO CHE SE FACCIO LA GENTE MI RINGRAZIA MANCO CHE RINFACCIA
SOLO CHE RICONOSCA LA MIA FACCIA

IN MEZZO A TANTE MASCHERE
VORREI MORIRE UN’ALTRA VOLTA SOLAMENTE PER RINASCERE
E PORTO CON ME LA GENTE CHE CI HA CREDUTO
CHE NONOSTANTE OGNI CALCIO E SPUTO È ARRIVATA QUI DOVE STA QUESTA VITA TI TOGLIE POI NON TI DA’ INTRAPPOLATI DENTRO LA CITTA’
RASSEGNATI, ASSEGNI MAI SEGNATI
NON SERVONO INSEGNAMENTI DALLA STRADA LI HO IMPARATI

TI SPIEGO COSA PROVO QUANDO POI NON TORNI E MENTI
POTREI FARNE A MENO MA MENO NON CONTERESTI
VORREI DIRTI QUANTO BASTA PER FARTI CAPIRE UN POCO
DIRTI NON BASTEREBBE CAPIRTI RIMANE UN VUOTO

MO QUESTA STORIA TIENILA BENE IN TESTA
MUSICA NELLE VENE UNA GUERRA DENTRO LA TESTA
A DICIASSETTE SEMBRA TUTTO UGUALE MA QUALCOSA CAMBIA
UN’ALTRA STRUMENTALE, UN PUGNO DRITTO NELLA PANCIA
E MANGIA TUTTO IL CIBO CHE PUOI, CHE VUOI
CHE NOI NON CI CREDIAMO A QUESTI SUPEREROI
SALVAMI ADESSO DA ‘STA DELUSIONE, UN’EROSIONE
DI OGNI MIA CANZONE CHE PORTA IL MIO NOME

TORNARE INDIETRO NON POSSO
DOPO CHE HO SBRANATO E SUDATO PER QUEST’OSSO
E ‘STA ROBA MI HA SALVATO QUINDI GLIELO RICONOSCO
PER I MIEI FRATELLI APPRESSO A UN ALTRO AFFARE LOSCO
VADO MA SAI CHE NON MI SONO STANCATO
DI DIRVI CHE CHI VIVE DI MUSICA, FRATE, È INVINCIBILE
SE VUOI SCRIVERE ANCORA FRATE DEVI VIVERE
E QUESTE STORIE SPECIALMENTE DEVI VIVERLE
BA-BA-BACIAMI CON LE NOTE DI ‘STO BRANO
LA NOTTE CHE MI PRENDE E MI STRAVOLGE ME LA SBRANO
E POI CHE TEN-TEN-TENTAZIONE SEI PER ME
MA QUESTA TENTAZIONE CHE COS’È
CHE COS’È

 

  
segui su: