SERGIO CAMMARIERE pubblica “Piano” il suo primo disco di sola musica al piano

sergio cammariere

Sergio Cammariere ha pubblicato il suo primo album di solo musica al pianoforte, dal 27 ottobre è disponibile Piano.

Dopo 9 album e più di 18 colonne sonore per cinema e teatro l’artista calabrese ha voluto donare spazio allo strumento che l’ha sempre accompagnato nei suoi 30 anni di carriera, il pianoforte.

Piano è prodotto da Aldo Mercurio e Giandomenico Ciaramella per Jando Music su etichetta Parco della Musica Records e raccoglie 16 brani che attraversano orizzonti musicali differenti, dal minimalismo sperimentale al blues e dalla forma canzone al jazz.

Sergio Cammariere ed il suo pianoforte trasportano l’ascoltatore in un intreccio musicale che crea un ponte tra musica, cinema, teatro e letteratura, attraverso brani ispirati ed emozionanti.

Brani in cui è possibile scorgere ed ascoltare tutta l’essenza delle sue composizioni, spoglie, solo Sergio Cammariere, la sua intimità, il piano, le note, la musica e l’armonia.

L’artista presenta così il suo nuovo progetto discografico:

Per tutte quelle persone che dopo avermi sentito suonare in concerto hanno scritto in questi anni chiedendomi un disco solo piano, finalmente esce una prima raccolta del mio repertorio pianistico.

sergio cammariere

SERGIO CAMMARIERE – PIANO (Tracklist)

1. Tema di Malerba
2. Misterioso
3. Natale in campagna
4. Dodici minuti di pioggia
5. Garbage man
6. Tender eyes
7. Ritratto di mio padre
8. Quel giorno
9. Il caso Tandoj
10. Marcher au lever du soleil
11. Ugo
12. Il ricordo
13. Meteor
14. Il sole dei cattivi
15. Quanta emozione c’è
16. Sila

Immagine di copertina di Fabrizio Fenucci.

 

  Blogger qui su All Music Italia quasi per caso, ma soprattutto per passione e dedizione. Lascio dar sfogo alla mia tastiera per poter trasmettere quello che sento. Fin da piccolo, grazie ai miei genitori, ho sempre ascoltato molta musica italiana, Sanremo... un appuntamento da anni. Mi piace scrivere di musica per capire le contaminazioni, le connessioni tra i vari artisti, stili ed influenze del momento e non. Considero la New Generation come un foglio bianco su cui scrivere con fermezza musica e parole per il futuro. Buona Musica!
segui su: