SANREMO 2018 pagelle della Redazione – Prima serata: In vetta LO STATO SOCIALE ultimo MARIO BIONDI

sanremo 2018 pagelle

Siete pronti a seguire con noi la prima serata del Festival di Sanremo?

Quest’anno il gruppo d’ascolto della Redazione di All Music Italia è composto dal Direttore Massimiliano Longo, Oriana Meo, Simone Zani e Alessandro Genovese. A noi, per la serata, darà i voti anche Manuela Binda di Studio 90 Italia.

Ascolteremo le canzoni, guarderemo le esibizioni, daremo i voti e commenteremo. Alla fine della serata stileremo la nostra classifica.

Siete pronti? Noi sì.

ANNALISA voto 6,7

Alessandro
Paga lo scotto di essere la prima ad esibirsi, un inciso incerto per un’esplosione finale.

Manuela
Solare e brillante, brano orecchiabile, ma non da podio.

Massimiliano
Lei sempre impeccabile ma il brano non aggiunge nulla a quanto già fatto… e a Sanremo bisognerebbe portare una canzone che fa la differenza.

Oriana
Interpretazione senza problemi, ma anche senza pathos. La sufficienza, niente di più.

Simone
Radiofonico e ben interpretato! Regia out.

RON voto 7,2

Alessandro
Semplicemente soave, ma forse l’emozione penalizza un po’ l’esibizione.

Manuela
Interpretazione intensa.

Massimiliano
Intensa, delicata e d’altri tempi… merita più ascolti. Nella sua interpretazione rivive Lucio anche se lo spettro della voce di Dalla incombe sia in positivo che in negativo.

Oriana
Canzone intensa, certamente, ma nell’esibizione manca qualcosa che la fa arrivare dritta al cuore. Probabilmente è l’emozione del ricordo di qualcuno che si chiama Lucio Dalla.

Simone
Come prevedibile l’esibizione dal vivo penalizza l’eleganza originale del brano, salvato da una qualità artistica e compositiva rara da trovare a Sanremo.

THE KOLORS voto 6,9

Alessandro
La musica vince sul testo.

Manuela
Freschi con un brano simpatico.

Massimiliano
Stupisce, quasi stordisce sentire Stash cantare in italiano, ma funziona. Il brano non punta al podio ma a piacere alle radio e loro sono bravi a rimanere coerenti anche in Italiano

Oriana
L’attitudine alla composizione in inglese traspare anche quando Stash canta in italiano. Per cantare quando “tutti ti capiscono”, ci vuole qualcosa in più. Rimandati ad un nuovo ascolto. Promossi i suoni.

Simone
L’esibizione dal vivo arricchisce un brano radiofonico anche se di non facile composizione. Mezzo voto in più per lo staging.

MAX GAZZÈ voto 7,6

Alessandro
Bel testo raccontato delicatamente, in alcuni momenti ricorda un po’ Branduardi.

Manuela
Testo carino, diverso.

Massimiliano
Che bei suoni che ha portato Gazzè a Sanremo… spiazzante visto che da lui siamo abituati ad aspettarci i brani più radiofonici della kermesse. E invece questa volta Max sceglie la sinfonia su cui appoggiare un testo fiabesco. Bella

Oriana
Per giudicare un brano di Max Gazzè non basta certo un solo ascolto, anche se recupera nel finale salendo d’enfasi.

Simone
Il coraggio di rischiare con il brano che non ti aspetti.

ORNELLA VANONI con BUNGARO e PACIFICO voto 6,7

Alessandro
Interpretazione intensa e raffinata, una perla in gara.

Manuela
Brano intenso ma interpretazione sottotono da parte di Ornella. Non troppo nel pezzo.

Massimiliano
Classe e bel testo. Il trio convince? Ni…

Oriana
Una capacità interpretativa classica quella della Vanoni che va al di là del tempo (anche se a volte, bisogna ammetterlo, si fa fatica a capire cosa dice). La canzone mi sorprende, perché da un’artista della sua generazione, mi sarei aspettata qualcosa di più classico… invece… invece il finale soprattutto si scalda e scalda il pubblico. Promossa.

Simone
Raffinatezza allo stato puro a servizio di un brano intenso ma non memorabile.

ERMAL META e FABRIZIO MORO voto 7,9

Alessandro
Carismatici e protagonisti in scena, il testo arriva dritto. Esibizione da podio finale.

Manuela
Soddisfacente, voci intense.

Massimiliano
Le paste vocali di Ermal e Fabrizio così diverse in questo pezzo si mischiano come per magia… c’è un po’ di Pensa e un po’ di Vietato morire, eppure nulla di tutto ciò. C’è una bella canzone con un bel testo che è un inno contro il terrorismo.

Leggi anche:  Amici 17: ecco le date di uscita degli album di Einar, Irama e Biondo e come prenotarli

Oriana
Una filastrocca che, se non si ascoltassero le parole, sembrerebbe quasi una canzone per bambini. Insieme riescono a portarci dove vogliono loro, con intensità e il giusto trasporto.

Simone
Folk radiofonico e orecchiabile, Un mantra in musica contro la paura.

MARIO BIONDI voto 5,2

Alessandro
Al primo ascolto non mi stupisce, da riascoltare bene.

Manuela
Poca voce.

Massimiliano
Ha cantato esattamente quello che mi aspettavo nel modo in cui me lo aspettavo. è un male? No, ma non è nemmeno un bene perché la canzone non mi colpisce per nulla, tanto meno cantata in italiano.

Oriana
La voce di Mario Biondi e l’italiano non c’entrano niente. Non c’è altro da aggiungere.

Simone
Fuori dal tempo. Brano non antico, ma… vecchio… testo banale arricchito solo da una buona interpretazione.

ROBY FACCHINETTI e RICCARDO FOGLI voto 5,9

Alessandro
Mi sorprendono un po’ con la loro interpretazione a tratti teatrale, rotta dall’emozione.

Manuela
Melodia classica, ma attuale.

Massimiliano
Echi dei Pooh in ogni dove. Perché sciogliersi quindi?

Oriana
Canzone da Pooh, anche se si presentano in due e coi loro nomi propri. Il brano è quello che ci si aspetta da loro. Scontato.

Simone
L’esibizione dal vivo emoziona una parte del pubblico, ma il brano è poca roba.

LO STATO SOCIALE voto 8,5

Alessandro
Aria fresca e carica di energia. “una vecchia che balla, niente di nuovo che avanza, ma tutta la banda che suona e che canta….” BRAVI!!!

Manuela
Fresca, orecchiabile e… ballabile. Fantastici.

Massimiliano
Il tormentone radiofonico del Festival. Il nuovo che avanza e porta una ventata di buon umore con gusto. La sto già ricantando… che esibizione!!!

Oriana
L’orecchiabilità e “i coglioni” compensano l’interpretazione tutt’altro che impeccabile. Ma non importa, perché, dopo la scimmia, c’è la vecchia che balla.

Simone
Ritmo travolgente! Il loro entusiasmo mi ricorda i Perturbazione. Sound nel loro stile! il coraggio di essere se stessi davanti a 15 milioni di persone!

NOEMI voto 7,3

Alessandro
Noemi è tornata!

Manuela
Noemi brava come sempre.

Massimiliano
Non è la miglior canzone di Noemi ma la riporta a ruggire sul palco come ai tempi dei brani scritti per lei da Vasco e Moro. Il suo timbro vocale sembra essere leggermente cambiato nelle “frequenze” ma rimane convincente.

Oriana
Così. Il ritornello da Noemi me lo aspettavo esattamente così. Un marchio di fabbrica che la rende distinguibile o la solita solfa trita e ritrita? È presto per dirlo, per ora rimane l’orecchiabilità.

Simone
Interpretazione quasi impeccabile! Finalmente dopo 6 anni un brano per Sanremo che le rende giustizia. brava!!!

DECIBEL voto 6,4

Alessandro
Sound internazionale e Ruggeri una certezza.

Manuela
Buon ritmo, orecchiabile.

Massimiliano
La voce di Enrico Ruggeri è sempre incisiva ma è il brano a non convincermi totalmente, almeno  questa è l’impressione con un solo ascolto. Da risentire…

Oriana
Fanno il loro compitino con un’esibizione dignitosa, ma non colpiscono, almeno non me che da loro mi aspettavo qualcosa di maggior impatto.

Simone
Buona esibizione. Compitino, ma poco di più. Bel brano, ma visto che non hanno nulla da dimostrare… perché non osare di più?

ELIO E LE STORIE TESE voto 6

Alessandro
Performer come sempre, potevano osare di più. Arrivedorci? sarà vero?

Manuela
Belli solo i costumi, canzone piatta e scontata.

Massimiliano
Il pezzo meno riuscito tra quelli presentati al Festival dalla band. Però la resa sul palco è decisamente suggestiva, eh no divertente, ehm no… non trovo l’aggettivo giusto… forse surreale!

Oriana
Portano Vessicchio a Sanremo e per questo si meritano mezzo voto, altro mezzo per il turbante di Elio e un più per le sopracciglia che si contrappongono a quelle ad ali di gabbiano di Baglioni. Gli Elii li ami non li riesci a capire. Io faccio parte del secondo gruppo. Arrivederoci. Sarà per davvero?

Leggi anche:  Briga presenta Che cosa ci siamo fatti nel nuovo instore tour (calendario)

Simone
Una scelta artistica di origine domestica… leggermente comica. Forse si è realmente arrivati al capolinea. E questo è il passo in più che poteva essere evitato.

GIOVANNI CACCAMO voto 7

Alessandro
Brano d’autore ed intenso. forse un po’ “frenato” nell’esibizione. crescerà ad ogni ascolto.

Manuela
Canzone impegnata cantata con leggerezza.

Massimiliano
La canzone si basa tutta sull’interpretazione ma l’esibizione non è stata delle migliori e questo lo ha penalizzato. è sicuramente il brano più romantico del Festival ed è di grande impatto. Può crescere con gli ascolti

Oriana
Canzone poco significativa ben interpretata a metà, ma che si salva con il finale che cresce di intensità (con qualche imprecisione vocale di troppo sulle note più alte).

Simone
Brano pop. Una virata in positivo. Esempio di come unire il pop d’autore con l’orecchiabilità. Esibizione non al 100%.

RED CANZIAN voto 7,7

Alessandro
Canzian al top. Brano energico ed una carica imponente nell’esecuzione. Scala la classifica

Manuela
Ritmo e brio.

Massimiliano
A differenza dei suoi colleghi ex Pooh stupisce con un brano di matrice rock. Orecchiabile, efficace, a fuoco!

Oriana
Red Canzian lascia alle spalle i Pooh e si dà al rock. Fa quello che non ti aspetti e sorprende. Bravo!

Simone
Red Canzian rock anni 80! Il coraggio di rischiare anche se a quasi 70 anni… non ce ne sarebbe bisogno.

LUCA BARBAROSSA voto 6,2

Alessandro
Raffinato ed elegante.

Manuela
Nessuna emozione.

Massimiliano
Qualcuno mi ha detto “Barbarossa vuole fare Mannarino…” peccato che Barbarossa faceva Mannarino prima di Mannarino :) Il pezzo scorre via… non è propriamente incisivo ma comunque si ascolta piacevolmente.

Oriana
Arriva sul palco con il fardello del “Premio Lunezia” (e non solo) sulle spalle e le aspettative crescono. Sembra un brano d’altri tempi, ma non fuori dal tempo. Evidentemente non sono il suo target e l’enfasi poetica non mi arriva, ma ne riconosco l’intenzione.

Simone
Dal vivo il brano rende più che sul disco, ma qual è il senso di un brano cosi a Sanremo?

DIODATO e ROY PACI voto 7,2

Alessandro
Ritmo incalzante supportato dalla voce potente di Diodato, potrebbe sorprendere.

Manuela
Composizione musicale di qualità arricchita da voce che si sposa coi fiati.

Massimiliano
La voce di Diodato mi piace, c’è poco da fare. La tromba di Roy Paci rende prezioso un brano che ha un bellissimo crescendo ma che forse è un po’ troppo asciutto nel testo.

Oriana
Un po’ debole il testo, ma nel complesso il brano è di piacevole ascolto con il suo ritmo crescente.

Simone
Canzone preziosa. Una perla che dal vivo ha una resa straordinaria. Fiati e strumenti insoliti che si uniscono alla voce di Diodato in un inno urlato all’unisono.

NINA ZILLI voto 5,9

Alessandro
Cambia nuovamente stile ma vira verso l’obiettivo. Artista in grado di riempire il palco con la sua eleganza e potenza vocale.

Manuela
Interpretazione fluida, un brano che scorre anche se un pizzico di originalità in più non avrebbe gustato.

Massimiliano
Non la sento per nulla nelle corde della Zilli. Dovrebbe essere il pezzo che ridà vita ad un disco che è andato maluccio. Credo che non ne smuoverà più di tanto le sorti…

Oriana
Fa meglio del singolo estivo, ma almeno rimaneva in testa il ritardo. Bella la voce, brava a cantare, ma non basta per rendere accettabile un brano che probabilmente tra poco tempo non ricorderà nessuno. Rimandata.

Simone
Chi è Nina Zilli? L’artista soul e r’&’b che abbiano conosciuto anni fa, quella di quest’estate o un’interprete pop tradizionale? La canzone confonde solo le idee.

Leggi anche:  Classifiche di vendita Fimi: il rap sempre in vetta! Carl Brave debutta alla #1 negli album e la Dark Polo Gang nei singoli

RENZO RUBINO voto 6,5

Alessandro
Purtroppo manca l’originalità che contraddistingue Rubino, ma il crescendo rafforza un inizio sottotono. Da riascoltare bene.

Manuela
Poco convincente nell’interpretazione di un brano troppo personale.

Massimiliano
Bello il testo che parla della voglia di rivedere i propri genitori tornare a parlarsi. Renzo è sempre molto bravo nell’interpretare anche se il suo modo di cantare rende il brano un po’ troppo simile al resto della sua produzione. Da riascoltare.

Oriana
Il brano parte con una tonalità talmente bassa che la voce di Renzo sparisce dietro agli strumenti musicali. Fa fatica lui a cantare ed io a sentire. Poi per fortuna sale la tonalità e le mie orecchie ringraziano. Brano piacevole penalizzato da quell’introduzione troppo bassa.

Simone
Testo drammatico e commovente. Interpretazione quasi teatrale. Non da primo ascolto, ma davvero bello!

ENZO AVITABILE e PEPPE SERVILLO voto 6,4

Alessandro
L’esperienza si fa sentire i due artisti creano un’emozione particolare sul palco. Duo coinvolgente.

Manuela
La scala napoletana a servizio di una melodia forse troppo poco moderna.

Massimiliano
Emozionanti. Due maestri di classe con un pezzo non facile da giudicare per tanti motivi…

Oriana
Un mondo lontano dal mio, ma devo riconoscerne l’emozione che i due artisti riescono a trasmettere. Per gli amanti del genere, funziona.

Simone
Da Napoli verso il mondo. Un brano della tradizione ben delineata arricchita dall’esperienza dei due interpreti.

LE VIBRAZIONI voto 7

Alessandro
Gran ritorno per Le Vibrazioni, Sarcina e compagni riescono a mantenere alta l’attenzione con il loro brano carico di forza e cantato con trasporto.

Manuela
Brano coinvolgente, ma interpretazione non al top.

Massimiliano
Bel rock… le Vibrazioni sono tornate e Francesco Sarcina è riuscito a rendere il pezzo sl palco in modo efficace. Radiofonico ma non scontato.

Oriana
Le Vibrazioni riescono a tenere alta l’attenzione nonostante l’orario impegnativo (sono gli ultimi ad esibirsi ed è quasi l’1 di notte). Suoni e attitudine del loro periodo migliore. Impressione positiva.

Simone
Brano rock orecchiabile e fortissimo! Unica pecca… interpretazione non perfetta… ma la canzone funziona e Chiaravalli sa come si vince a Sanremo!

SANREMO 2018 – CLASSIFICA DELLA REDAZIONE – prima serata

Lo Stato Sociale 8,5
Ermal Meta e Fabrizio Moro 7,9
Red Canzian 7,7
Max Gazzè 7,6
Noemi 7,3
Ron 7,2
Diodato e Roy Paci 7,2
Giovanni Caccamo 7
Le Vibrazioni 7
The Kolors 6,9
Annalisa 6,7
Ornella Vanoni 6,7
Renzo Rubino 6,5
Decibel 6,4
Avitabile e Servillo 6,4
Luca Barbarossa 6,2
Elio e Le storie Tese 6
Nina Zilli 5,9
Facchinetti e Fogli 5,9
Mario Biondi 5,2


Ti sono piaciuti i brani di Sanremo 2018? Acquistali qui in digitale o in vinile speciale 45 giri:

  Blogger per caso. Così mi si potrebbe definire. Nonostante la mia formazione economica, la musica è sempre stato il sottofondo della mia vita e non solo: nel mio curriculum trovate la gestione di un fan club e una tesi di laurea intitolata “Il marketing degli eventi musicali live“. Vivo a Milano e di lavoro faccio la cattiva: sono quella che, quando andate a chiedere un finanziamento, dice di NO! Blogger per caso su All Music Italia.
segui su: