Per SANREMO 2017 le discografiche rilanciano il 45 giri. In arrivo quelli di PAOLA TURCI, ALESSIO BERNABEI, GABBANI e RAIGE/GIULIA LUZI

45 giri

Il 33 giri, ormai è noto, sta tornando di moda da qualche anno a questa parte ed infatti la stragrande maggioranza dei dischi oggi escono anche in formato vinile. Certo le vendite nonostante l’incremento sostanziale non sono ancora particolarmente significative ma diciamo che ci sono buoni segnali per il futuro. Quello che con l’avvento del Mp3 e della musica in digitale invece era totalmente sparito da anni dai negozi di dischi era il “singolo” ma quest’anno le case discografiche, per lo specifico per quel che si sa finora la Warner Music Italia e Sony Bmg, hanno deciso di tentare l’esperimento e provare a farlo tornare di culto tra gli appassionati e per farlo ha scelto proprio il Festival di Sanremo 2017.

Fino a qualche anno fa, al 2008, le singole canzoni uscivano in vendita parallelamente agli album in formato singolo ma con l’incremento della musica in digitale (e della pirateria) questo particolare formato che andava molto negli anni ’90 è praticamente sparito. L’antenato del singolo era il 45 giri, un vinile più piccolo di dimensioni (7”) che conteneva due tracce, una per ogni lato, il singolo portante e la cosiddetta b-sides (spesso migliore della traccia principale). Il 45 giri è ufficialmente uscito dal mercato nel 1993.

Ora la sembra che la discografia italiana abbia deciso di tentare l’esperimento, in concomitanza con l’uscita dei singoli di Sanremo 2017, e provare a rimettere in commercio in edizione limitata i 45 giri. L’operazione in realtà, va detto, è partita prima da un’artista della Universal Music Italia, Tiziano Ferro, che negli scorsi mesi ha messo in vendita in esclusiva su Amazon il 45 giri del singolo Potremmo ritornare. La Warner invece nei giorni del Festival lancerà sul mercato i singolo dei suoi artisti in gara: Alessio Bernabei, Raige e Giulia Luzi e Paola Turci e la Bmg Rights Management, con distribuzione Warner Music per quello di Francesco Gabbani.

Riuscirà l’esperimento di far tornare di culto il 45 giri? In attesa di scoprirlo ecco le copertine.

sanremo 2017

warner music italia

warner music italia

45 giri

 

  
segui su:

  • Claudio Rombolà

    E non a caso, Gabbani, Turci e Raige (pazienza per l’eliminazione) sono i miei preferiti di quest’anno

  • Daniele Passeri

    Posso fare solo un piccolo appunto? scrivere “Sony Bmg” è errato, ormai da svariato tempo è “Sony Music” e basta. giusto per essere pignoli.

    • Ma Gabbani incide per Sony Bmg non Sony Music.

    • Daniele Passeri

      Le posso rispondere con una discreta certezza che la SonyBmg non esiste più dal 2009 circa se non ero. Quella che inizialmente era una fusione tra le due società sono passate sotto intero controllo della Sony music. nel caso specifico di Gabbani credo lui abbia le edizioni Bmg, ma comunque il suo cd avrà il solo logo Sony come è cosi dal 2009. sarebbe giusto non far confusione anche perchè all’estero la BMG è stat ri-fondata nuovamente, e i loro artisti in italia vengono distribuiti da warner o perlopiu da Self.

    • Dopo alcune ricerche posso dirti che hai pienamente ragione. A volte con tutti sti cambiamenti ci si perde.

    • Daniele Passeri

      Ho fatto anche io delle ricerche nel frattempo e nel caso specifico di Gabbani, credo di aver capito che lui fà parte di questa nuova BMG e non di Sony, infatti il precedente album venne distribuito da Warner come anche credo il prossimo, ed ecco che si spiega perchè lui è contemplato in questi 45 giri che di fatto sono solo Warner.