SAMUELE BORSÒ, nuovi toni e colori ci accompagnano verso una “Bella Estate”

samuele_borso

La bella stagione è alle porte e anche la musica emergente sembra essersene accorta. Dal 19 maggio è disponibile Bella estate, nuovo singolo di Samuele Borsò che con questo brano prosegue il percorso iniziato con il suo EP d’esordio uscito a Gennaio 2016.

Una tappa di rinnovamento rispetto a quanto precedentemente presentato, con atmosfere che sembrano spostarsi verso toni più lievi e un ritmo che accelera facendosi trascinante. Un vestito musicale che ben si sposa al clima estivo e si fa veicolo di un messaggio comunque non banale, presentando la fusione di emozioni e aspettative raccontate con lo sguardo di chi affronta la vita “cercando di non perdere neanche il più piccolo attimo”.

Una rinnovata energia che si riflette anche nella scelta grafica che si conferma controcorrente rispetto all’attuale trend digitale: la grafica scelta per raffigurare Bella Estate nasce su tela come un quadro realizzato da Veronica Cairo, che ha dipinto seguendo l’ispirazione fornita proprio dall’ascolto di questo brano.

ufficiostampachiasso.it

 

 

Continua così il viaggio musicale avviato a gennaio Il 2016 con la pubblicazione, sia negli stores digitali che in copia fisica, del primo EP del cantautore di Pontedera Samuele Borsò, intitolato L’Ordine Delle Cose. che si presenta come l’occasione di entrare in contatto con un mondo musicale intenso ed affascinante.

Caratteristico per la sua musicalità intima, elegante e romantica, Samuele Borsò mastica musica fin da sempre e raggiunge la sua svolta quando incontra Davide Mastrangelo, uno dei principali riferimenti della chitarra acustica finger style italiani.

Grazie all’incontro con Mastrangelo e al perfezionamento canoro dovuto all’insegnante di canto Perla Trivellini, Samuele cresce artisticamente e col tempo diventa un cantante versatile ed un ottimo chitarrista acustico. Raggiunta la sua maturità artistica decide quindi di auto prodursi con un EP di sei pezzi inediti, collaborando per la realizzazione del suo lavoro con il bassista Simone Giusti, il batterista Luca Guidi e con Eleanor Young al violoncello.

L’EP si presenta in sé come un lavoro eterogeneo, dove ogni singolo brano è un viaggio a sé stante anche se il sound resta fedele alla linea acustica ed evocativa. Ad aprire le danze un pezzo cantato in inglese dal titolo Try To Understand, a cui fa seguito Sandro e poi un’altra canzone di nuovo in inglese: Alone.

Segue la title track L’ordine Delle Cose – lanciata anche con un video ufficiale –  mentre chiudono il disco Affogami e Cosa Vuol Dire Noi.

SAMUELE BORSÒ – L’ORDINE DELLE COSE – VIDEO

Diplomato al Centrostudi Fingerstyle di Davide Mastrangelo presso il quale è oggi impegnato anche come  insegnante grazie all’eccellenza mostrata in questa particolare tecnica musicale, Samuele Borsò ha alle spalle un’intensa attività in dimensione live – con oltre un migliaio di concerti – oltre a diversi riconoscimenti come la vittoria nella categoria cantautori della XVI edizione dell’Acoustic Guitar Meeting di Sarzana.

Per seguire da vicino l’attività di Samuele Borsò potete seguire anche i suoi canali social: qui la pagina Facebook e qui il suo profilo Twitter.

 

  Inizio a scrivere circa 10 anni fa cimentandomi in racconti brevi, prevalentemente in stile thriller/horror perchè è ciò che leggo ed è ciò che mi piace leggere (Stephen King, Dean Koontz, Donato Carrisi, Giorgio Faletti...) Nel 2010 nasce così "Il Gatto", pubblicato dalla casa editrice Albatros. Seguono altri racconti brevi e nel 2010/2011 un secondo romanzo, "La Nebbia Di Pontevecchio", che è tutt'ora inedito. Negli ultimi due anni decido invece di cimentarmi in poesie, per lo più ispirate e contaminate dalla musica che ascolto.