ROCCO HUNT: Al via il “Wake up tour” con 2 appuntamenti in anteprima

_VSK2471-Edit_B

Dopo il successo ottenuto sul palco dell’Ariston con Wake Up, trovate QUI la nostra intervista, Rocco Hunt annuncia due speciali live anteprime del Wake up tour che partirà ufficialmente in estate: il 30 aprile ai Magazzini Generali di Milano ed il 6 maggio alla Casa della Musica di Napoli.

I biglietti per le due date sono disponibili dal 17 febbraio su circuiti LiveNation e TicketOne

ACQUISTA ORA IL TUO BIGLIETTO

Per gli spettatori di entrambe le date un’ulteriore grande sorpresa: grazie al early entry – sound check ticket, 300 fan potranno accedere alle prove prima dell’inizio degli show. Inoltre, il poeta urbano nostrano ha svelato, tramite le pagine social ufficiali, che le due anteprime saranno precedute da un live gratuito al Galoppatoio di Villa Borghese a Roma, in occasione dell’Earth Day del 22 aprile prossimo, e che presto verranno comunicate tutte le altre tappe ufficiali.

“Non vedo l’ora di cantare con voi!” – Rocco Hunt

Due date che rappresentano solo un assaggio di un tour che si prospetta seguire il successo registrato dal brano sanremese, risultato il più trasmesso durante la settimana del Festival e ancora al primo post della classifica Earone. Al contempo il video di Wake Up ha totalizzato più di 2 milioni e 700mila visualizzazioni in pochissimi giorni, valendogli tra l’altro il premio come miglior video presentato in gara.

rocco hunt

Per chi ancora non conoscesse bene Rocco Hunt, qualche curiosità: classe 1994, è una giovanissima e talentuosa voce del rap campano, con uno stile tutto personale che affonda saldamente le radici nel tessuto sociale e urbano da cui proviene, le case popolari della Zona Orientale di Salerno. Un po’ scugnizzo e un po’ intellettuale, Rocco riesce a fondere, con una maestria non comune per un ragazzo della sua età, saggezza popolare e argomenti di attualità, cultura di strada ed importanti riferimenti culturali di cui è orgogliosamente autodidatta; il tutto con una grandissima proprietà di linguaggio, sia che scriva rime in dialetto, che in italiano.

Dopo la pubblicazione di un primo EP, nel novembre 2011 pubblica il primo street album interamente auto prodotto, Spiraglio di Periferia, che si rivelerà un successo per la scena hip hop italiana e che grazie ai singoli Nun c’ sta paragon e O’mare ‘e o’ sole insieme al rapper napoletano Clementino lo decreterà ufficialmente nuova promessa della scena rap italiana.

Nel giugno 2013 esce Poeta urbano, il primo album di Rocco Hunt per etichetta Sony Music, anticipato in radio dal singolo Fammi vivere e caratterizzato da testi maturi e al tempo stesso freschissimi che descrivono il quotidiano visto con gli occhi di un giovane del sud fortemente legato alle proprie origini e con un enorme senso di responsabilità.

Nel febbraio 2014 vince la 64a edizione del Festival di Sanremo nella categoria Nuove Proposte con il brano Nu juorno buono (certificato platino) contenuto, insieme al singolo Vieni come me (certificato oro) nell’album ’A verità (certificato disco di platino). A novembre dello stesso anno esce ’A verità 2.0, arricchito da 11 brani inediti, tra cui ‘Na Sposa Creatura dedicato alla tragedia delle spose bambine in Iran, e il DVD ’A Verità 2.0 documentary per rivivere un anno indimenticabile di live, backstage ed interviste esclusive. A un mese di distanza, in dicembre pubblica il libro Il sole tra i palazzi, in collaborazione con Federico Vacalebre.

Dopo un anno passato a comporre nuovo materiale, il 23 ottobre 2015 è uscito il nuovo progetto discografico di Rocco, SignorHunt, anticipato dal singolo Vene e vvà e dallo street video dello stesso, che vede la partecipazione e la regia di Maccio Capatonda.

Arriviamo ad oggi, con Sanremo 2016 alle spalle ed il successo incontrastato e indiscusso di pubblico e critica ancora fresco.

  Una mente intuitiva e razionale per un corpo istintivo e cosmopolita. Italo-tedesca trapiantata a Milano since 1991, imparo a scrivere prima ancora di camminare: inizio ad usare di nascosto la macchina da scrivere di mia nonna e battuta dopo battuta capisco che quel tic-tic-tic sarebbe diventato il mio suono preferito. Intraprendo la carriera universitaria in ambito comunicativo-giornalistico per perseguire il mio sogno. Cresciuta a pane e rock'n'roll da una mamma hippy approdo ad All Music Italia nel maggio 2015. Una biondina cinica e determinata un po’ Carrie Bradshaw, un po’ Miss Fletcher.
segui su: