PREMIO BERTOLI con Luca Carboni, Brunori Sas, Teresa De Sio e Modena City Ramblers

bertoli

Si svolgerà sabato prossimo, 18 ottobre, la seconda edizione del Premio Pierangelo Bertoli, al Teatro Carani di Sassuolo (inizio alle ore 21, ingresso gratuito!): la manifestazione, che celebra la memoria dell’amato artista modenese, è nata soltanto un anno fa, ma già si propone come un festival musicale molto ricco e di grande valore.

E nonostante ci saranno riconoscimenti per tutti i diversi artisti ospiti che hanno accettato l’invito alla kermesse, sarà Luca Carboni a ritirare il riconoscimento principale che dà il nome alla serata, assegnatogli per la rilevanza culturale delle sue opere e soprattutto, per quel che riguarda i testi raccolti nei suoi 15 album di successo.

Si passa per canzoni importanti come Farfallina, Mi ami davvero o ancora Silvia lo sai, arrivando al più recente Fisico & Politico. A Luca Carboni sarà consegnata un’opera dello scultore Dario Brugioni, artista che nel suo studio/laboratorio di Sassuolo, affianca l’attività artistica alla realizzazione di importanti progetti con ceramiche ornamentali in tutto il mondo: è lui ad aver realizzato sulla casa natale di Pierangelo Bertoli il bassorilievo figurativo che riporta il titolo della famosa canzone A muso duro.

L’evento, con la conduzione di Andrea Barbi, altresì vedrà le premiazioni di:

– Modena City Ramblers per la categoria Premio Pierangelo Bertoli “A muso duro”, ed è questo un gruppo che non ha bisogno di molte presentazioni con i suoi 16 gli album all’attivo: nato nel 1991, il progetto MCR definisce il proprio genere musicale “combat folk”, dichiarando sin dall’esordio un amore incondizionato per il folk irlandese, le cui sonorità rimangono anche dopo l’influenza di altri generi, in particolare il rock, con contaminazioni punk;

– Teresa De Sio per la categoria Premio Pierangelo Bertoli “Per dirti t’amo” : la De Sio è una cantautrice e scrittrice di grande successo, con una fortunata carriera che dura da oltre 30 anni, ha scritto e interpretato perle della canzone italiana, come Voglia ‘e turnà, Aumm aummAriò, Terra e nisciuno, ma ha anche pubblicato per Einaudi il suo primo romanzo Metti il diavolo a ballare, con il quale nel 2009 è iniziata la sua carriera di scrittrice;

– Brunori Sas per la categoria Premio Pierangelo Bertoli “Italia d’Oro”, uno dei più intelligenti cantautori italiani, che non si è mai fatto “tentare” dalle mode del momento, già premiato in passato con il Premio Ciampi, il Premio Siae/Club Tenco e il Premio Italiano Musica Indipendente.

PREMIOPIERANGELOBERTOLI

Un evento nell’evento, se così possiamo dire, sarà poi la grande gara fra 8 giovani artisti emergenti finalizzata a stabilire il vincitore della categoria “Nuovi Cantautori”. A giudicare le esibizioni, ci sarà una commissione straordinaria e competente, ecco i nomi principali: Giancarlo Governi, giornalista e autore televisivo Rai; Massimo Cotto, una delle firme più e importanti del giornalismo musicale italiano; Andrea Scanzi giornalista, scrittore affermato, opinionista televisivo autore teatrale; il regista pubblicitario Guido De Maria, Gianpietro Cavazza assessore alla Cultura Comune di Modena, Bruna Pattacini compagna di vita di Pierangelo, il noto giornalista e scrittore Leo Turrini, Clarissa Martinelli di Radio Bruno, Massimo Donno musicista, Roberto Alperoli poeta, scrittore, Paola Gallo giornalista, voce amata di Radio Italia Solo Musica Italiana e Mirco Pedretti vicepresidente Arci Modena.

Dopo le selezioni, gli 8 finalisti in gara saranno i seguenti:

FRANCESCO BELLUCCI Forse – Per Dirti T’Amo
MAURIZIO CARAVITA La Canzone delle Donne – Il Centro del Fiume
C.F.F. E IL NOMADE VENERABILE La Frana – Spunta la Luna dal Monte
FRANKY HARPER Bla Bla Bla – A Muso Duro
MLADEN Correvi – Le Solite Cose
MUD Metti che un Giorno ti Svegli – Chiama Piano
FELICE ROMANO Un Ubriacone – I miei Pensieri sono tutti lì
PAOLO VIGNA I Due Cavalieri – Rosso colore

Tuttavia, solo 4 di loro si contenderanno la finalissima nella fase conclusiva della serata e avranno la possibilità di eseguire anche un brano di Pierangelo Bertoli, già stabilito e sopra indicato, accompagnati dalla sua storica band, diretta da Marco Dieci.

La direzione artistica della manifestazione, quest’anno patrocinata anche dal Comune di Modena, è firmata dal figlio di Pierangelo, ovvero Alberto Bertoli, e da Riccardo Benini. Vi rimandiamo, infine, alla pagina ufficiale Facebook dell’evento in continuo aggiornamento!

  Salentino, studio Lettere (curriculum classico) all’Università e la Lingua dei Segni italiana presso l’ENS di Lecce. Già blogger occasionale per “un Filo-Blues” (all’interno di 20centesimi.it) e membro dell’Osservatorio Musicale Salentino, nato a seguito di un corso di critica musicale dell’Università del Salento. La mia vocazione è il canto, in più suono il pianoforte e mi piacciono molto la black music, il cantautorato – amore profondo per quello un po’ stagionato! – e gli strumenti dalle sonorità naturali, come l’armonium.
segui su: