PINO DANIELE: la sua Napoli gli dedica la strada in cui ha vissuto, una mostra e il capodanno 2015

PINO-DANIELE-NAPOLI

La città di Napoli compie ufficialmente il suo omaggio a Pino Daniele, scomparso prematuramente lo scorso 5 gennaio per problemi cardiaci, dando il suo nome, a meno di un anno dalla scomparsa, alla strada in cui ha vissuto da bambino e che dallo scorso 29 settembre ha ufficialmente preso il suo nome.

A tenere a battesimo l’esposizione della targa in quello che fino a pochi giorni fa era “vicoletto Donnalbina” nello storico quartiere San Giuseppe, c’era naturalmente il sindaco del capoluogo campano e amico dell’artista Luigi De Magistris, il quale durante lo stesso evento, a cui hanno presenziato la moglie e i fratelli del cantante, ha annunciato che l’annuale concerto di Capodanno, verrà dedicato quest’anno proprio al compianto “Nero a metà”.

pino-daniele-targa

pino-daniele-targa

La strada è nelle immediate vicinanze della sua casa natale, proprio nei luoghi che senza dubbio hanno tenuto a battesimo la sua nascita artistica. In proposito l’amico e collega Tullio de Piscopo ha così commentato:

“…Qui è nata tutta la storia di Pino, proprio in questa strada sono nate le prime note di uno degli artisti certamente più importanti della storia della musica partenopea…”

Anche Tony Esposito ha voluto commentare l’artista…

“…Ricordo pochi artisti amati quanto lui, il suo ricordo resterà vivo in ognuno di noi e le sue canzoni ci accompagneranno per tutta la vita…”

Intanto sempre in segno commemorativo verrà inaugurata il prossimo giovedì 15 ottobre, al PAN |Palazzo Arti Napoli20 anni con Pino (addòve!), mostra fotografica e video a cura del fotografo Alessandro d’Urso (tra l’altro fratello della conduttrice Barbara D’Urso) che, in collaborazione con il Comune di Napoli, ha allestito un vero e proprio omaggio all’amico con cui ha condiviso un ventennio di vita personale e professionale, realizzando con e per lui ben otto copertine dei suoi album e tanti video. “Addòve” tra l’altro è una “parola-tormentone” che spesso Pino ripeteva agli amici e che il fotografo ha voluto ironicamente aggiungere al titolo.

mostra-pino-daniele

Le immagini proposte saranno per la maggior parte inedite, e raccontano Pino Daniele dal 1990 al 2008 sia nel pubblico che nel privato, incluso il periodo professionalmente più intenso per il musicista, quello in cui ha collaborato con importanti artisti internazionali del calibro di Pat Metheny, Al Di Meola, Peter Erskine, Rachel ZJimmy Earl e moltissimi artisti italiani, realizzando memorabili concerti e pubblicando i due suoi album di maggior successo: Non calpestare i fiori nel deserto e Dimmi cosa succede sulla terra.

  Nato a Napoli nel 198X (dopo i 22 va bene questa informazione!). Ho un diploma come designer di moda e ultimamente faccio il make up artist free lance, le mie passioni sono l'arte, la scrittura e senza dubbio la musica! Amo tutto ciò che riguarda il mondo degli “addetti ai lavori”, una delle cose che faccio quando compro un cd è vedere chi lo produce, la casa discografica, i collaboratori e mi piacerebbe entrare sempre più in contatto con questa realtà. Sono un discepolo della cultura POP in generale, non guardo più la televisione da un po' (in compenso leggo di più) ma non mi dispiacerebbe in futuro ideare un programma, saltuariamente scrivo testi di canzoni, sono uno di quelli che vorrebbe vedere un suo testo in un disco di Mina o Patty Pravo per dire...siamo in tanti lo so.
segui su: