PIERO PELU' contro Sorrisi: "La cover su The Voice e' veramente oscena"

thevoice_sorrisi

Parte questa sera su Rai 2 la seconda edizione di The Voice of Italy in cerca della Voce d’Italia (possibilmente con esiti migliori dello scorso anno data la sparizione della vincitrice Elhaida Dani…) e TV Sorrisi e Canzoni ha scelto di dedicare la copertina di questa settimana proprio ai quattro coach del talent.

Una copertina che a quanto pare non è andata proprio giù al rocker Piero Pelù che su Facebook si è scagliato con veemenza contro il settimanale di spettacolo:

La cover di Sorrisi e Canzoni è veramente oscena, complimenti al fotografo che andrebbe bene per un film di Rob Zombie (che adoro) e alla redazione che si preoccupa di far venire bene in foto solo il suo padrone. Naturalmente nessuno si è preoccupato di fare vedere prima a noi quattro coach gli scatti effettuati peraltro in fretta e furia, questa è veramente mancanza di rispetto! Mi unisco alle proteste dei nostri personali uffici stampa.

Il riferimento a Silvio Berlusconi (“il suo padrone”), proprietario della Mondadori, casa editrice del settimanale, è lampante. Le colleghe di Pelù, Noemi e Raffaella Carrà, non hanno rilasciato dichiarazioni a riguardo mentre l’altrettanto pepato J-Ax ha lanciato un tweet ironico all’account di Sorrisi:

Per fortuna curo l’igiene dentale ed ho un arcata inferiore impeccabile.”

Sembra proprio che quest’anno gli animi dei coach siano più caldi rispetto alla prima edizione in cui furono spesso accusati di facile buonismo. Occhi puntati soprattutto sul “padre” del rap italiano che sostituirà Riccardo Cocciante, atteso per una sorpresa nel corso del programma.

Appuntamento quindi a stasera alle 21.15 su Rai 2 con i quattro giudici e i nuovi conduttori dello show Federico Russo e Valentina Correani!

  Laureando in giornalismo, cantante per vocazione, responsabile Officina del Talento qui su All Music Italia, speaker per Radio Stonata, redattore per Eurofestival News. Un ragazzo multitasking direbbero gli inglesi, poiché non riesco a fare una sola cosa in un solo momento. Sento l’esigenza inconscia di incasinarmi la vita con troppi impegni nel mondo della comunicazione e tutti rigorosamente legati alla musica. Vivo costantemente alle prese con file mp3, video Youtube, status su Facebook, hashtag su Twitter, post nei forum. Ma appena possibile stacco il cervello, butto due cose in valigia e parto alla scoperta del mondo.
segui su: