#PAUSINISTADI: ecco raccontato in un video quello che sa creare LAURA PAUSINI… un popolo unito “Per la musica”

pausinistadi

Ieri sera con un altro trionfale sold out (il secondo in due giorni) si è conclusa la parentesi milanese del #PAUSINISTADI allo Stadio San Siro di Milano.
Circa 150.000 persone da tutto il mondo sono accorse per salutare il ritorno di Laura Pausini, a nove anni dal concerto evento del 2007, negli stadi italiani.

In attesa dei prossimi due appuntamenti, l’11 giugno allo Stadio Olimpico e il 18 giugno All’Arena della Vittoria di Bari, noi di All Music Italia abbiamo voluto documentare le ore prima del concerto, un evento straordinario che ha portato circa 300 persone “rinchiusi” in oltre 75 tende ad accamparsi davanti all’ingresso del tempio dello sport milanese fin dallo scorso lunedì.

Ne avevamo parlato qualche giorno fa in questo articolo perché ci era sembrato un qualcosa di davvero straordinario: un’artista pop italiana donna che, non solo riesce a riempire per ben due volte lo stadio San Siro di Milano, ma genera un’attesa tale che, proprio come succede nei più grandi concerti rock internazionali, riesce a portare il suo pubblico (proveniente da tutto il mondo) ad accamparsi letteralmente con delle tende davanti all’ingresso dello stadio per conquistare la tanto agognata prima fila.

Per questo senza preavviso abbiamo deciso di presentarci la sera del 3 giugno, il giorno prima del grande evento, davanti a San Siro e scoprire un po’ di più su questi ragazzi intervistandoli e divertendoci ad assistere ad una loro versione del famoso tutorial di Simili eseguito da Laura Pausini a Radio DeeJay qualche settimana fa; un momento molto bello e significativo se contate che è stato realizzato all’una di notte e con la stanchezza di giorni ed ore di attesa.

Nel video viene ripetuto più volte, ma vogliamo sottolinearlo ancora: i fan di Laura Pausini hanno una marca in più!
La cosa più importante che ci hanno insegnato i “Pausiniani” è che al centro di tutto questo c’è prima di tutto una grande passione Per la musica e che, quello che per alcune persone può sembrare un gesto folle, in realtà non è solo un modo per rivedere il concerto della propria artista del cuore, ma anche un’occasione per tanti ragazzi che si conoscono proprio grazie alla musica di Laura e che vivono a diverse migliaia di kilometri di distanza tra loro, di rivedersi, riabbracciarsi e condividere questa straordinaria esperienza insieme.

E´ questo è un bellissimo messaggio perché questo dovrebbe essere lo scopo della musica musica, condivisione, unione e passione… mai fanatismo o ricerca ossessiva del contatto con il proprio artista del cuore.
Questo è quello che può generare la musica… questo è quello che sa creare Laura Pausini e, a chi continua a non capire, possiamo solo dire che le grandi passioni sono quelle che ci mantengono vivi e che queste grandi “avventure” sono quelle che un giorno si potranno ricordare con gli occhi lucidi.

Qui di seguito potete vedere la cronaca di questa particolare serata iniziata alle 21:30 del 3 giugno e conclusasi dopo le 3 del mattino. Le persone che vedete nel video sono solo una piccola parte dei fan presenti perché sinceramente non ce la siamo sentiti di andare a svegliare nelle tende tanti ragazzi presenti e stanchi da lunghi viaggi e ore di attesa.
Il montaggio lampo è a cura di Marco Bertolotti – Social Web.

Qui di seguito invece potete vedere un piccolo estratto fornitoci dall’ufficio stampa Goigest (che ringraziamo calorosamente) di quello che è stato e sarà #PAUSINISTADI 2016.

  
segui su:

  • pietro paolo parisi

    Ma la vogliamo smettere di osannare laura??? Non è MADONNA… Non è un vanto x noi italiani che sia la piu conosciuta all’estero… Se penso che una GIORGIA non lo sia rabbrividisco… Fate la differenza rispetto alla massa.. almeno voi di ALLMUSICITALIA…

    • Rispettiamo il tuo parere ma noi la pensiamo così e onestamente ci sembra che Laura sia più osannata in Sudamerica che da noi dove è anche fin troppo criticata!