PAOLO BELLI è il settimo presidente della Nazionale Cantanti

Paolo Belli

Paolo Belli è stato eletto come nuovo Presidente della Nazionale Cantanti.
Il compositore, autore, cantante e direttore della Big Band, con cui tra l’altro è impegnato in questi mesi ogni sabato sera su Rai 1 a Ballando con le Stelle, è il settimo Presidente dell’Associazione composta da cantanti italiani.

Paolo Belli segue in ordine di tempo a: Mogol, Gianni Morandi, Eros Ramazzotti, Enrico Ruggeri, Pupo e Luca Barbarossa.

Un emozionato Paolo Belli ha commentato così questo nuovo ruolo:

“Sono felice e commosso per questa nomina e mi auguro di essere all’altezza dei miei predecessori. Spero di avere imparato da loro e prometto di mettere tutto l’impegno, affinché gli italiani continuino a stare al nostro fianco, così come spero che stiano al nostro fianco anche il 30 maggio in occasione della 26esima “Partita del cuore” che ci vedrà impegnati allo Juventus Stadium a Torino assieme ai Campioni per la ricerca (Ve ne abbiamo parlato qui .Ndr).

Quest’anno la Nazionale Cantanti compie 36 anni di associazionismo e, in tutti questi anni abbiamo avuto rapporti con tante persone in difficoltà, da loro ho imparato tantissimo e, grazie a loro, anche a dare il giusto peso alle cose. Il loro entusiasmo è sempre molto contagioso, riescono a trasmetterci una voglia di vivere e una gioia straordinaria e quello che ci lasciano ogni volta ci permette di diventare migliori e più forti.

Grazie all’esperienza della Nazionale, noi cantanti abbiamo capito il senso del gruppo e il piacere di stare insieme a persone che hanno sogni e speranze più grandi dei nostri.
La Partita del Cuore è una realtà unica al mondo. Ricordo ancora con molta emozione quel 25 maggio del 2000, allo Stadio Olimpico di Roma, quando riuscimmo a far giocare nella stessa squadra palestinesi ed israeliani con Yasser Arafat e Shimon Peres che si stringevano la mano in tribuna”.

 Immagine di copertina di Salvatore Giglio/GiglioStudios snc Agency

 

  Blogger qui su All Music Italia quasi per caso, ma soprattutto per passione e dedizione. Lascio dar sfogo alla mia tastiera per poter trasmettere quello che sento. Fin da piccolo, grazie ai miei genitori, ho sempre ascoltato molta musica italiana, Sanremo... un appuntamento da anni. Mi piace scrivere di musica per capire le contaminazioni, le connessioni tra i vari artisti, stili ed influenze del momento e non. Considero la New Generation come un foglio bianco su cui scrivere con fermezza musica e parole per il futuro. Buona Musica!
segui su: