NINA ZILLI rilancia “Se bruciasse la città” di MASSIMO RANIERI

ninazilli

Dopo Nek con Se telefonando e Bianca Atzei con Ciao amore ciao, anche Nina Zilli sceglie di lanciare in radio una cover presentata durante l’ultimo Festival di Sanremo. Sarà Se bruciasse la città, brano pubblicato da Massimo Ranieri nel 1969 all’interno dello storico show musicale Canzonissima, il terzo singolo ufficiale estratto dall’ultimo album della cantante.

Se bruciasse la città arriva dopo Sola e #RLL (Riprenditi le lacrime) i primi due singoli estratti dall’ultimo disco della Zilli e toccherà quindi a questa reinterpretazione il tentativo di rilanciare Frasi & Fumo in classifica dopo un buon esordio che purtroppo, rispetto ai dischi precedenti, è andato a scemare in fretta. Fino ad oggi, infatti, questo lavoro ha disatteso le aspettative, non riuscendo ad accedere alla top 10 degli album più venduti ed è ben lontano dalla minima certificazione d’oro.

Certo, come spesso ripetiamo non è un riconoscimento di questo tipo a decretare la qualità di un prodotto discografico, ma dopo il buon esito dei precedenti lavori e l’esperienza da giudice nella prima edizione firmata Sky Uno di Italia’s got talent il percorso del disco avrebbe potuto essere più roseo.

Se bruciasse la città sarà in radio da venerdì 26 maggio ed ha ottenuto il plauso dell’interprete originale che ha commentato dopo aver ascoltato la versione della Zilli: “Finalmente qualcuno che ha riscoperto questa canzone“.

  Laureando in giornalismo, cantante per vocazione, responsabile Officina del Talento qui su All Music Italia, speaker per Radio Stonata, redattore per Eurofestival News. Un ragazzo multitasking direbbero gli inglesi, poiché non riesco a fare una sola cosa in un solo momento. Sento l’esigenza inconscia di incasinarmi la vita con troppi impegni nel mondo della comunicazione e tutti rigorosamente legati alla musica. Vivo costantemente alle prese con file mp3, video Youtube, status su Facebook, hashtag su Twitter, post nei forum. Ma appena possibile stacco il cervello, butto due cose in valigia e parto alla scoperta del mondo.
segui su: