i NEGRAMARO firmano le musiche di “Non è un paese per giovani” di GIOVANNI VERONESI

Negramaro

Saranno i Negramaro a firmare la colonna sonora del nuovo film di Giovanni Veronesi, Non è un paese per giovani.

Il lungometraggio che il noto regista sta girando attualmente tra Roma, L’Avana e Cayo Largo a Cuba, affronta un tema molto attuale: quello dell’emigrazione dei giovani dall’Italia all’estero nella speranza di riuscire a costruire un futuro e realizzare i propri sogni.
Il film vuole fotografare lo stato di sconforto e, allo stesso tempo, la voglia di fare di molti giovani italiani che si trasferiscono in altre città europee o emigrano negli Stati Uniti e in Australia in cerca di lavoro.

L’idea di questo film è nata dall’omonima trasmissione radiofonica, di RaiRadio2, in cui Veronesi intervista giovani facendosi raccontare la loro storia, storie di esodi silenziosi e, a volte, sofferti.

Il film è prodotto da Paco Cinematografica con Rai Cinema e sarà distribuito da 01 Distribution. I Negramaro firmeranno la colonna sonora del lungometraggio ed il cast sarà composto tra gli altri da Filippo Scicchitano, Giovanni Anzaldo, Sara Serraiocco, Sergio Rubini e Nino Frassica.

Questa non è la prima volta che i Negramaro uniscono la loro musica con un film o una fiction, l’ultima volta era successo con la colonna sonora della fiction di Rai1 Tutto può succedere di cui vi abbiamo parlato qui.

In precedenza ci sono state altre collaborazioni con Giovanni Veronesi per il film Italians del 2009 e L’ultima ruota del carro in cui Elisa canta Ecco che scritta da Giuliano Sangiorgi. Da ricordare inoltre anche il duetto di Sangiorgi con Dolores O’Riordan, leader dei The Cranberries sulle note del brano Senza fiato per il film Cemento armato di Marco Martani.

Altre collaborazioni dei Negramaro con il cinema sono ne La febbre di Alessandro D’Altri del 2005, in Una notte blu cobalto di Daniele Gangemi del 2009 e infine in Vallanzasca – Gli angeli del male di Michele Placido del 2010.

 

  Blogger qui su All Music Italia quasi per caso, ma soprattutto per passione e dedizione. Lascio dar sfogo alla mia tastiera per poter trasmettere quello che sento. Fin da piccolo, grazie ai miei genitori, ho sempre ascoltato molta musica italiana, Sanremo... un appuntamento da anni. Mi piace scrivere di musica per capire le contaminazioni, le connessioni tra i vari artisti, stili ed influenze del momento e non. Considero la New Generation come un foglio bianco su cui scrivere con fermezza musica e parole per il futuro. Buona Musica!
segui su: