NAPOLI PRIMA E DOPO: questa sera il tradizionale appuntamento su Rai 1

biancaassisi

Mancano poche ore a Napoli prima e dopo, esclusivo festival della canzone classica napoletana che quest’anno giunge alla sua 32esima edizione.

Riconfermato Pupo alla conduzione, con la presenza sul palco di Gloriana, nella cornice del Museo Castel Nuovo di Napoli, precisamente all’interno del Maschio Angioino.

Con il Maestro Pino Moris alla direzione artistica dell’evento, sul palco saliranno i seguenti artisti: Fausto Leali, Peppino di Capri, Gloriana (immancabile sin dalla prima edizione della kermesse, in quanto voce guida alla spiegazione delle canzoni napoletane negli intermezzi), Antonella Ruggiero, Serena Autieri, Lina Sastri, Nino D’Angelo, Manuela Villa, Tosca, Gino Riveccio, Serena Rossi, Sal da Vinci, Gianni Nazzaro, Antonello Rondi, Vincenzo Carni e Federica Falzon vincitori di Ti lascio una canzone 2014 (la Falzon inoltre rappresenterà Malta nella prossima edizione dello Junior Eurovision Song Contest).

L’orchestra sarà diretta dal Maestro Enzo Campagnoli, mentre interverranno nel corso della serata gli attori Bianca Guaccero e Sergio Assisi.

Dal 2007, la trasmissione, che sarà trasmessa dalle ore 21.20 su Rai 1, si sta sempre più affermando nel palinsesto televisivo estivo targato RAI, avendo ottenuto un incremento dello share che ad oggi ha oscillato tra il 18% e il 25%.

In attesa di scoprire che fetta di ascolti si aggiudicherà stasera, la redazione di All Music Italia propone dalla scorsa edizione del festival questa struggente interpretazione di Anna Oxa del celebre brano, quasi un memento, dal titolo Resta cu ‘mme, e portato al successo dall’indimenticabile Domenico Modugno.

Buon ascolto!

  Salentino, studio Lettere (curriculum classico) all’Università e la Lingua dei Segni italiana presso l’ENS di Lecce. Già blogger occasionale per “un Filo-Blues” (all’interno di 20centesimi.it) e membro dell’Osservatorio Musicale Salentino, nato a seguito di un corso di critica musicale dell’Università del Salento. La mia vocazione è il canto, in più suono il pianoforte e mi piacciono molto la black music, il cantautorato – amore profondo per quello un po’ stagionato! – e gli strumenti dalle sonorità naturali, come l’armonium.
segui su: