NANCO canta il rispetto per la sua terra, l’Abruzzo

nanco

Ti invito in Abruzzo è il singolo del cantautore rock Nanco, che con questo pezzo vuole rendere omaggio alla sua terra così duramente colpita negli ultimi mesi tra terremoti, nevicate ed altri catastrofici eventi.

Il pezzo è una ballata classica ma con chiare influenze rock, che nasce con la musica delle chitarre acustiche che però poco a poco assumono contorni sempre più distorti e acidi, che portano il pezzo, mano a mano che si prosegue nell’ascolto, ad un’intensità sempre più potente e più graffiante.
Nel brano le tastiere e la programmazione sono affidate a Vincenzo Irelli, già tastierista e arrangiatore di Gino Bartoli, mentre la batteria e le percussioni sono impegnate da Glauco Di Sabatino, attualmente in tour con Fabio Concato. Le chitarre sono invece suonate da Antonio Cupaiolo.

Nanco, al secolo Nino Di Crescenzo, nasce a Teramo il 15 marzo 1975 e trova il suo primo incontro con il pubblico nel 1994 al Festival di Castrocaro, come interprete alle selezioni.
Nel 2012 insieme ad altri musicisti fonda Elymania (Afterhours Tribute Band) che porta Nino e la sua band ad esibirsi in una trentina di eventi live che raccoglieranno un successo tale da spingere Manuel Agnelli, leader storico della band degli Afterhours, ad invitarlo a cantare con lui sul palco durante un concerto tenutosi il 7 aprile 2013 a Mosciano Sant’Angelo in provincia di Teramo.
Sempre nel 2013, in ottobre, Nino inizia ad affacciarsi anche al cantautorato vero e proprio e per l’occasione assume lo pseudonimo di Nanco. Questa sua nuova veste artistica sfocia in un album di dodici inediti, dal titolo Acerrimo, che riceve subito un ottimo riscontro da parte degli addetti ai lavori per la qualità dei pezzi e che si caratterizza per essere proposto sul mercato, anziché con il solito CD, tramite un particolare pacchetto di sigarette contenente al suo interno una chiavetta USB con cui ascoltare il disco.
L’uscita dell’album, che è stato masterizzato al Reference Studio di Roma, è datata 15 marzo 2016 e primo singolo estratto – omonimo del disco – viene scelto come colonna sonora nei titoli di coda per il cortometraggio Timballo, presente al Torino Film Festival e che vanta la partecipazione tra gli altri di personaggi illustri quali Maria Grazia Cucinotta, Ivan Franek, Nunzia Schiano e Niko Mucci.
Sempre nel 2016 viene rilasciato anche il secondo singolo del disco intitolato Amsterdam.

 

  Inizio a scrivere circa 10 anni fa cimentandomi in racconti brevi, prevalentemente in stile thriller/horror perchè è ciò che leggo ed è ciò che mi piace leggere (Stephen King, Dean Koontz, Donato Carrisi, Giorgio Faletti...) Nel 2010 nasce così "Il Gatto", pubblicato dalla casa editrice Albatros. Seguono altri racconti brevi e nel 2010/2011 un secondo romanzo, "La Nebbia Di Pontevecchio", che è tutt'ora inedito. Negli ultimi due anni decido invece di cimentarmi in poesie, per lo più ispirate e contaminate dalla musica che ascolto.