MOTTA dopo anni al servizio della musica pubblica il suo album d’esordio, “La Fine dei vent’anni”

motta

Dopo anni passati al servizio della musica altrui, da Nada agli Zen Circus, Francesco Motta decide di metterci la faccia (e di togliersi il nome) pubblicando il suo primo album da solista intitolato La Fine dei vent’anni, uscito nei negozi di dischi e nei Digital Store con Sugar Music ieri, 5 agosto.

Cantante, polistrumentista, autore di testi. Artisticamente Motta nasce nel 2006 a soli vent’anni con la band pisana Criminal Jokers con cui da alle stampe due dischi tra il 2009 e il 2012.
Nel frattempo bazzica nel mondo della musica maturando esperienze molto diverse tra loro: suona il basso, le tastiere, le chitarre e fa i cori per Nada, la batteria per i Pan Del Diavolo ed è Tecnico del suono nel tour Andate tutti affanculo degli Zen Circus.

Dopo aver studiato composizione per film sotto la direzione artistica di Lodovic Bourne (premio Oscar nel 2012 per la colonna sonora di The Artist) compone le colonne sonore di Pororoca, del film canadese Dollhouse, dell’inglese The Tell Tale Heart e del documentario Good Bye Darlin i’m off the fight di Simone Manetti.

Per questo esordio da solista in cui ha composto testi e musiche e curato gli arrangiamenti, Motta si è affidato alla produzione di Riccardo Sinigallia che collabora anche alla scrittura di alcuni del brani del disco.
Il risultato è La Fine dei Vent’anni, un album squisitamente pop ma allo stesso tempo d’autore dal taglio quasi cinematografico, dove è impossibile racchiudere il sound in una sola definizione.
Qui di seguito trovate la tracklist dell’album.

  1. Del tempo che passa la felicità
  2. La Fine dei vent’anni
  3. Prima o poi ci passerà
  4. Sei bella davvero
  5. Roma stasera
  6. Mio padre era un comunista
  7. Prenditi quello che vuoi
  8. Se continuiamo a correre
  9. Una Maternità
  10. Abbiamo vinto un’altra guerra

Attenzione, potremmo trovarci di fronte “all’esordio” più importante dell’anno. Qui di seguito potete guardare il video de La Fine dei vent’anni.

 

 

  
segui su: