MIRKO CASADEI: il nuovo brano “Ad chi sit è fiōl?” è un inno alla fratellanza

mirko-casadei

Mirko Casadei  è pronto a tornare con un nuovo album anticipato dal singolo Ad chi sit è fiōl?
Il brano farà da apripista al nuovo progetto discografico dell’artista che si intitolerà Sono romagnolo.

Ad chi sit è fiōl? in dialetto romagnolo significa “tu di chi sei il figlio?” ed è un modo di dire dei romagnoli per identificare il casato o la provenienza di una persona. La canzone è un abbraccio ai popoli che attraversano il mare per arrivare sulle nostre coste italiane, donne, bambini, uomini, figli della guerra, dell’odio, della miseria, che si avventurano disperati, lottando contro il loro destino, aggrappati a un sogno e a una speranza alla ricerca di un mondo nuovo.

Nel brano Mirko Casadei si cimenta con un featuring con Khorakhanè, che è anche uno dei protagonisti del videoclip del brano, video in cui Casadei si trova dal barbiere, quando un ragazzo straniero arriva e si siede sulla poltrona accanto… l’indifferenza e la superficialità iniziale dei presenti grazie al noto spirito romagnolo finisce per diventare una vera e propria festa davanti al fuoco.

Il brano simbolo di fratellanza trova nel ritornello la chiave che in poche parole riesce a spiegarne il concetto:

Non so di chi sei figlio ma sei mio fratello
Balla riballa riballa che il mondo è bello
Entra in casa mia qui c’è il vino buono
Balla riballa riballa fino al mattino

e prosegue:

Profughi, esuli, rifugiati, clandestini… uomini
Ognuno con la sua storia, i suoi sogni, le sue paure
Varcano la frontiera
Lasciandosi alle spalle un mondo
Che non esiste più alla ricerca di un mondo nuovo

 

  Blogger qui su All Music Italia quasi per caso, ma soprattutto per passione e dedizione. Lascio dar sfogo alla mia tastiera per poter trasmettere quello che sento. Fin da piccolo, grazie ai miei genitori, ho sempre ascoltato molta musica italiana, Sanremo... un appuntamento da anni. Mi piace scrivere di musica per capire le contaminazioni, le connessioni tra i vari artisti, stili ed influenze del momento e non. Considero la New Generation come un foglio bianco su cui scrivere con fermezza musica e parole per il futuro. Buona Musica!
segui su: