MIRIAM MASALA: il fascino dei contrasti accende “Settembre” (INTERVISTA e ANTEPRIMA VIDEO)

Miriam Masala

Oggi vi proponiamo una nuova anteprima video. Protagonista Miriam Masala, che ci presenta la clip realizzata per accompagnare Settembre. Un brano che in poco tempo ha già portato grandi consensi alla cantautrice conosciuta ad Amici nell’edizione 2013.

Un brano scritto con il compagno di etichetta Matteo Becucci (vincitore della seconda edizione di X Factor) e Fabio Ferraboschi. Grazie a Settembre, Miriam ha conquistato due importanti risultati. Infatti si è aggiudicata il terzo posto nella sezione nuove proposte e il premio della critica come miglior testo all’ultima edizione del Premio Lunezia.

In occasione della pubblicazione del video ufficiale – che trovate in anteprima al termine di questo articolo – abbiamo raggiunto Miriam per un’intervista nella quale fare il punto sul suo percorso musicale, ripercorrendo le principali tappe della sua giovane ma intensa carriera.

MIRIAM MASALA – INTERVISTA 

Benvenuta Miriam, oggi presentiamo in anteprima il video di Settembre. Mi parli di questo brano?

Settembre è nato dalla voglia di raccontare questo mese così particolare, fatto di inizi e di fini, continuamente in contrasto con se stesso. Settembre è un’ unione di pensieri, non positivi o negativi, che ha intorno quella leggerezza che contraddistingue questo mese.

Il brano ha vinto il premio come miglior testo al Premio Lunezia oltre che il terzo posto assoluto. Qual è il verso della canzone al quale sei più legata? Perché?

Il verso a cui sono più legata è lo “special” della canzone, la parte diversa rispetto al resto della canzone, che ho voluto dedicare a una persona a me cara, la mia nonna che non è più qui, perché ho bisogno di averla sempre accanto in qualche modo.

Tu hai vissuto direttamente il passaggio dai riflettori di un talent (Amici nel 2013 ndr) alla gavetta fatta di mille esperienze per emergere sulla scena. Qual è stato il momento più difficile di questi 4 anni?

Il momento più difficile è stato subito dopo Amici. Mi sono ritrovata dal vivere a Roma, città che amo, vivere tutti i giorni della mia passione insieme ai miei compagni di avventura, al tornare a casa il giorno seguente e passare giornate a chiedermi “e adesso cosa faccio?“. Tutto questo è sparito quando ho incontrato il mio attuale gruppo di lavoro.

Il momento o l’esperienza più bella?

Ce ne sono diversi: cantare allo Juventus Stadium in centro campo, in mondovisione per la Nazionale Italiana di Pallavolo, sicuramente Amici, quest’ ultimo Premio Lunezia

Settembre è un tassello di un progetto discografico che hai annunciato essere ricco di contenuti e collaborazioni. A che punto sei con la lavorazione?

Questi mesi sono e saranno molto intensi perché tra pochi mesi uscirà appunto l’album. Siamo a buon punto ma non voglio lasciare nulla al caso.  Voglio che tutto sia fatto al meglio che si può e per questo ci vuole ancora un po’ di tempo e di lavoro.

L’anno scorso eri ad Area Sanremo. Ti vedremo tra i candidati di Sanremo Giovani 2018?

Sanremo può essere un passaggio molto importante per un artista. Sicuramente ci si proverà e incrociamo le dita!

Se avessi la possibilità di incidere il duetto dei tuoi sogni, chi vorresti al tuo fianco?

Come artista italiano direi Tiziano Ferro. Internazionale è una risposta più complicata perché  ce ne sono troppi, Beyonce, Coldplay, Daft Punk

Oggi proponiamo in anteprima il video di Settembre. Una clip all’insegna della semplicità dove tu e la tua musica siete protagoniste assolute. Mi parli un po’ del video?

Ho voluto un video semplice perché la canzone è semplice e siccome ha un testo importante per me non volevo togliere l’attenzione dal testo. Ci sono immagini tratte dal Premio Lunezia e poi c è una Miriam che semplicemente ascolta la sua canzone, ed è felice del sogno che sta vivendo.

Ringraziando Miriam per la disponibilità, vi lasciamo quindi al video di Settembre, diretto dal regista Claudio Tofani.

MIRIAM MASALA  – SETTEMBRE – ANTEPRIMA VIDEO 

 

  Classe 1983, piemontese, su AllMusicItalia per fondere finalmente passione ed esperienze maturate nella musica e nella scrittura, con l’obbiettivo di creare un racconto che possa portare un punto di vista originale su quanto presente nel panorama musicale del nostro paese. Il tutto armato di curiosità, in particolar modo nei confronti dei mille sorprendenti volti offerti dalla musica emergente italiana.
segui su: