MIMA – Monza Italian Music Awards: annullato l’evento. Caos nella gestione del rimborso dei biglietti

Mima

Il 20 luglio scorso si sarebbe dovuta svolgere la prima edizione del MIMA – Monza Italian Music Awards, un nuovo riconoscimento per la musica italiana. L’evento ha subito prima uno slittamento con nuova data fissata per il 6 ottobre per poi essere definitivamente annullato senza nessun comunicato ufficiale da parte degli organizzatori. Nel frattempo scoppia il caos per quel che riguarda i 60 biglietti venduti per l’evento.

Gianna Nannini, Irama, Riki, Gué Pequeno, Dolcenera, Veronica Marchi… questi sarebbero dovuti essere alcuni degli ospiti e dei premiati nella manifestazione che avrebbe visto alla conduzione Francesco Facchinetti e Red Ronnie con All Music Italia nelle vesti di media partner.

LO SLITTAMENTO E LA SUCCESSIVA CANCELLAZIONE DEL MIMA

Inizialmente il Mima avrebbe dovuto svolgersi il 20 luglio all’Autodromo di Monza. Un comunicato stampa ne ha quindi annunciato lo slittamento al 6 ottobre con la seguente motivazione ufficiale: “per problemi tecnici legati all’area che avrebbe dovuto ospitare l’evento“.

Durante l’estate non sono arrivate nuove comunicazioni; inizialmente abbiamo pensato che questo fosse semplicemente legato alla stagione estiva ma, con l’avvicinarsi della data, come fatto notare da Rockol in un articolo del mese di settembre, nessun aggiornamento è stato pubblicato ne sono arrivate nuove comunicazione. Ma non solo, le pagine social della manifestazione sono state cancellate e il sito bloccato come potete vedere nell’immagine qui in basso.

MIMA

A quel punto essendo media partner dell’evento abbiamo prima contattato l’organizzazione del premio, MonzaBrianzaEventi, la quale non ci ha fornito le informazioni richieste sullo status del premio e, a seguire, l’ufficio stampa che fino a quel momento aveva seguito la manifestazione.
In quest’ultimo caso anche da parte loro nessuna news, semplicemente non potevano fornirci maggiori informazioni in quanto nemmeno loro hanno più ricevuto nessuna comunicazione sulle sorti dell’evento dagli organizzatori dopo la notizia dello slittamento.

Secondo quanto scritto da Marco Galvani su Il Giorno la situazione dal punto di vista di Ciaotickets sarebbe la seguente:

…le istituzioni tentano la carta del Mima affidandosi a MonzaBrianzaEventi, quelli che avevano contribuito ai “famosi” 440mila (il numero di spettatori degli eventi musicali dell’ultimo triennio a Monza .Ndr). Ruoli, impegni, compiti e tutto quello riguardante questo progetto furono resi noti durante la conferenza di presentazione il 28 febbraio al Teatrino della Villa Reale. Ma a luglio si scopre che manca il sostegno delle istituzioni. L’evento non può stare in piedi. Tutto salta…

IL RIMBORSO DEI BIGLIETTI

Nella giornata di ieri però la pagina Facebook dell’evento è ricomparsa per lanciare delle accuse nei confronti di Ciaotickets, la società che si occupava della gestione della vendita dei biglietti per l’evento. Ecco quanto riportato sula pagina del MIMA:

Buonasera a tutti, negli ultimi giorni siamo stati informati che la società che gestiva la vendita dei ticket relativa all’evento Monza Italian Music Awards, non ha provveduto a rimborsare i biglietti agli spettatori che ne hanno fatto richiesta nei tempi previsti per legge.

Non volendo entrare in una sterile polemica, ne tantomeno giudicare il modus operandi della società di ticketing e per estremo rispetto di chi ha acquistato il ticket, invitiamo i gentili spettatori che non fossero stati rimborsati a richiedere il rimborso inviando alla mail posta sotto regolare richiesta, aĺlegando copia del o dei tickets acquistati e della ricevuta di pagamento.

Secondo ultimi dati ricevuti alla fine di giugno i biglietti venduti ammontavano a n°60.

Si prega di voler segnalare le vostre cordinate bancarie “Iban” per poter procedere al bonifico di rimborso.
Le tempestiche di rimborso sarano dettate da verifica tecnica e non supereranno i 30 gg dalla richiesta.
Si potrà chiedere rimborso entro e non oltre il 30 otrobre 2018.
Scrivere a:
[email protected]
Cordialità
MBE

Ciaoticket dal canto suo chiarisce così la situazione ad oggi:

“Sin dall’annuncio del rinvio da parte della società organizzatrice dell’evento, utilizzando le risorse derivanti dalla vendita dei biglietti, abbiamo proceduto a rimborsare gli acquirenti. Terminate tutte le risorse in nostro possesso, abbiamo informato l’organizzatore, anche attraverso il nostro legale, invitandolo a restituirci le somme già versate per permetterci di continuare a far fronte alle ultime richieste di rimborso, ma nulla ha fatto. Ci sono pertanto 88 acquirenti rimasti senza rimborso“.

Questa è la situazione alquanto confusa ad oggi. Ovviamente rimaniamo a disposizione sia di Ciaotickets che di MonzaBrianzaEventi per eventuali chiarimenti più specifici.

IL PREMIO ALL MUSIC ITALIA A IRAMA

Come più volte annunciato ad All Music Italia in qualità di media partner dell’evento era stato chiesto sin da subito a chi assegnare un premio speciale. La nostra testata aveva quindi annunciato che il premio sarebbe stato consegnato ad Irama con la seguente motivazione:

Irama rappresenta un esempio italiano di giovane artista e cantautore di talento, umile e determinato; un ragazzo capace di rimettersi in gioco in diversi contesti, a dimostrazione che il talento, quando c’è, supera ogni tipo di etichetta e, spesso, di ostacolo.

Venendo meno la manifestazione, ma restando valide tutte le motivazioni per cui la nostra testata avrebbe assegnato il premio a Irama, abbiamo deciso che l’All Music Italia Awards verrà consegnato all’artista in occasione della data di Milano del suo Plume Tour il 15 dicembre prossimo ai Magazzini Generali di Milano.

 

 

  Cresciuto con la passione per la musica dopo l'adolescenza inizia a frequentare il Music Business. Le sue prime esperienze avvengono nel campo dei fan club, nel corso degli anni ne crea e porta al successo diversi. Col tempo affina le sue capacità in vari settori del campo musicale. Tour manager per Barley Arts, Personal Assistant per Syria, Niccolò Agliardi e, per sette anni, con Gianluca Grignani. Di quest'ultimo scrive anche la biografia Rokstar a metà. Dopo essersi cimentato come produttore con l'ex "Amici di Maria De Filippi, Eleonora Crupi con cui incide quattro singoli portandola a duettare al Mediolanum Forum con Laura Pausini a febbraio del 2014 crea e lancia il sito All Music Italia che, in pochi mesi, diventa una realtà consolidata del panorama dell'informazione musicale sul web, tra i siti leader del settore. Da diversi anni è giudice in diverse manifestazioni musicali tra cui il Coca Cola Summer Festival, in onda su Canale 5.
segui su: