MIKELESS: la strada, una loopstation e… “Il Maniaco” (VIDEO)

mikel

Il Maniaco è il titolo del primo album solista di Mikeless, artista di strada capace di dare vita a vere e proprie canzoni solo con la forza della sua voce, di una chitarra e di una loopstation.

Il Maniaco è un disco completamente acustico che riassume riflessioni e pensieri per lo più autobiografici, ma che pezzo dopo pezzo lascia trasparire anche sia l’ironia che la sensibilità dello stesso artista verso le esperienza vissute, verso il mondo circostante e verso la quotidianità della vita.

Il disco è composto da otto tracce, otto frammenti musicali chiamati a raccontare ognuno una storia ben precisa:

La traccia d’apertura del disco, Anima, è una ballata dedicata all’universo femminile. Quindi è la volta di Castigo, una canzone dal tema agrodolce, che parla dei picchi e dei crolli dell’amore sentito verso la compagna della vita. La title track Il Maniaco racconta con ironia la storia di una stalker telefonico, una storia che si fa prestesto per affrontare il tema molto attuale della schiavitù a cui ci hanno portato “fax, sms, carta straccia e foreste di burocrazia”.

Nel disco si trova l’intimità dell’introspettivo Piccolo e Regole, un inno ai sognatori, dedicato a chi ha sempre la testa tra le nuvole e i piedi mai appoggiati a terra.

Versi e Parole affronta la necessità di lasciare un segno nel mondo, una traccia del proprio passaggio e della propria storia, scrivendo canzoni e cercando e raccontando nuove emozioni. Solstizio Generazionale parla di un altro tema quanto mai attuale e intramontabile, cioè quello del difficile rapporto tra genitori ed figli. Chiude la tracklist Funky Love: unico brano del disco ad essere inciso assieme alla band che lo accompagna nei suoi live: un pezzo forte e carico di energia, che parla di quanto un amore possa sconvolgere chi lo sta vivendo.

Dal disco è stato estratto il video di Anima che è visibile sul canale di YouTube dell’artista e che porta in scena proprio l’universo femminile che racconta, con l’idea di riprendere la reazione di una serie di donne all’ascolto del pezzo stesso.

MIKELESS – ANIMA – VIDEO

 

Mikeless, al secolo Michael Fortunati, classe 1983, nasce inizialmente come chitarrista per poi diventare cantautore e artista di strada. I primi approcci su palcoscenico avvengono grazie alla collaborazione con vari gruppi piacentini, come chitarrista e seconda voce.

Nel 2006 intraprende la strada solista e con l’aiuto di una Loopstation che gli permette di riprodurre tutti i suoni a lui necessari, inizia ad esibirsi in solitaria e a proporre il suo repertorio originale.

Nel 2011 la prima grande svolta con l’uscita del suo primo disco, interamente autoprodotto e dall’omonimo titolo Mikeless. Nel 2014 a seguito dell’incontro con Chiara Ferri (Level 49) e Melody Castellari (Taitù Music) inizia i lavori per il nuovo e secondo disco; il primo con un’etichetta ufficiale (appunto Taitù Music) che vedrà la luce nell’aprile del 2015.

Attualmente Mikeless sta lavorando a nuovi progetti con il cantante melodico-rap Morrywood e con la cantante e produttrice Melody Castellari, artista che abbiamo avuto modo di presentarvi attraverso il suo riuscito progetto musicale (che lo scorso marzo abbiamo recensito QUI).

 

  Inizio a scrivere circa 10 anni fa cimentandomi in racconti brevi, prevalentemente in stile thriller/horror perchè è ciò che leggo ed è ciò che mi piace leggere (Stephen King, Dean Koontz, Donato Carrisi, Giorgio Faletti...) Nel 2010 nasce così "Il Gatto", pubblicato dalla casa editrice Albatros. Seguono altri racconti brevi e nel 2010/2011 un secondo romanzo, "La Nebbia Di Pontevecchio", che è tutt'ora inedito. Negli ultimi due anni decido invece di cimentarmi in poesie, per lo più ispirate e contaminate dalla musica che ascolto.