MICHELE BRAVI a tre settimane dal Festival di Sanremo apre ufficialmente il suo diario con un importante messaggio… tra errori ed amori in attesa di “Anime di carta”

michele bravi

Chi ha già potuto ascoltarlo in anteprima parla del suo brano come di uno dei più belli tra quelli di questo Festival di Sanremo e noi di All Music Italia puntiamo tutto su di lui e crediamo che Michele Bravi sarà la vera rivelazione di questo terzo Sanremo firmato Carlo Conti. Il vincitore di X Factorcaduto e poi risorto dalle ceneri più forte di prima” ha iniziato la sua risalita dopo un periodo di crisi prima come Youtuber, quindi con un ottimo disco in inglese (I Hate the music, trovate qui qualche notizia sull’album).

Michele quest’anno calcherà per la prima volta il palco dell’Ariston con un brano autobiografico, Il Diario degli errori, cucito su di lui da Cheope, Federica Abbate e Giuseppe Anastasi.

In queste ore Bravi sta facendo discutere anche per una sua intervista in uscita su Vanity fair dove, per la prima volta, parla della sua vita personale con importanti rivelazioni. In realtà rivelazioni che, alla fine, di importante hanno soltanto una cosa: il coraggioso messaggio che un giovane ragazzo noto come lui trasmette attraverso le sue parole a tanti altri ragazzi. Perché una cosa appare certa, Michele Bravi a questo giro più che mai ha deciso di fare la cosa migliore che un’artista può fare, essere se stesso e parlare di se, in musica come nelle interviste, senza filtri ne etichette.

Non vorrei usare etichette, appartengono alle vecchie generazioni e discendono da un modo di ragionare che considero superato e anche un po’ discriminatorio. Preferisco parlare di relazioni fluide. I miei fan, quando gli ho detto che il nuovo disco avrebbe parlato di una storia d’amore, non mi hanno chiesto se si trattava di un uomo o di una donna, e il linguaggio amoroso oggi sul web usa frasi come “sei la mia persona”. Non ho bisogno di fare coming out perché nessun giovane si stupisce che mi sia innamorato di un ragazzo, e penso che nessuno dei miei coetanei si tirerebbe indietro se gli capitasse di provare un’emozione per una persona dello stesso sesso.

È successo che mi sono innamorato. Una storia molto particolare con un ragazzo che fa il regista, molto diverso da me. È durata due anni ma, in termini di quello che succedeva tra noi, forse qualche giorno. All’inizio quando due persone si incontrano sono due contenuti completi, il resto rimane fuori; poi allarghi la visuale e vedi che ci sono dei confini da rispettare. Io sicuramente nell’ultimo anno sono stato molto autoriferito e concentrato sulla musica e questo ha creato problemi. Il primo amore è perfetto, tutto è bellissimo, solo che ti mancano le regole del gioco e quando le impari, spesso è troppo tardi: le pagine degli errori restano lì, non puoi strapparle dal diario, e quando gli errori diventano tanti è difficile che possa esserci un epilogo felice. Se mi guardo indietro oggi mi dico: “Siamo stati proprio stronzi.

Con questa parole Michele Bravi, da sempre molto schivo per quel che riguarda la sua vita personale, ha deciso di parlare di se alla vigilia del Festival di Sanremo. Del resto il suo brano in gara, è una canzone con un testo molto intenso e, sopratutto, sincero…

Il diario degli errori, è un brano perfetto, per la tonalità e i colori della mia voce, ma soprattutto perché racconta la mia vera storia: è il diario dei miei errori, professionali e personali, quelli che si fanno la prima volta che ti innamori. Nel ritornello dico “almeno tu rimani fuori dal mio diario degli errori”, perché si presuppone che il diario sia stato ormai chiuso e sia arrivata un’altra occasione“.

In questi giorni Michele ha terminato ufficialmente il suo disco che, a differenza dell’ultimo, sarà completamente in italiano. L’album ha già un titolo che per il momento rimane top secret e il cantante ha da poco registrato il videoclip della canzone di Sanremo.
Una partecipazione quella al Festival che segna ufficialmente la sua rivincita dopo anni difficili in cui, con passione e testardaggine, il ragazzo è riuscito a tornare a farsi ascoltare dalla gente guadagnando giorno dopo giorno nuovi “seguaci” sul web.

Non ci credeva nessuno nel nostro progetto, sono tre anni che non molliamo. E’ come se fossimo una squadra di giovani che sta cercando di conquistarsi il proprio posto nel mondo con una cocciutaggine infinita, sono forse il più testardo. Potersi presentare sul palco più importante di Italia, quello di Sanremo, è una gioia immensa.
Adesso inizia il periodo difficile ci hanno dato un’enorme possibilità, dobbiamo saperla sfruttare bene. Vi assicuro che questa canzone è bellissima, mi viene voglia di accennarvela ma se lo faccio rischio la squalifica in tempo record. E’ valso la pena lottare per questo pezzo. Mi rendo conto che su di me c’è un’aspettativa bassa, ma vorrei dire la mia. Da oggi devo diventare un piccolo soldato, c’è tanto da lavorare. Mi hanno subito detto di mettermi a dieta”.

michele bravi

AGGIORNAMENTO del 20 GENNAIO

Uscirà il 24 febbraio il nuovo album di Michele Bravi. Il titolo sarà Anime di carta.

Mentre tutti inseguivano i propri sogni, noi ci siamo messi ad inseguire la realtà.
Abbiamo costruito, errore dopo errore, il nostro percorso e oggi siamo diventati – Anime di Carta-“.

Ecco la copertina dell’album:

michele bravi

 

“Questo disco non è mai iniziato, non è mai finito. E’ stato scritto domani mattina. E’ il mio presente senza scadenza.- dichiara Michele Bravi – È l’insieme di tutti i giorni, di tutte le persone, di tutti i cambiamenti.
Chi ama senza conoscere la giusta dimensione dell’amare è un’anima di carta. Le anime di carta si tagliano sfiorandosi e si accartocciano stando insieme. Si rincorrono tra le pagine senza trovarsi e, sulla trama di quelle pagine, rendono indelebile la storia dei loro errori”.

 

  
segui su: