MARRACASH duetta con TIZIANO FERRO in “Senza un posto nel mondo” e lo definisce il JOHN LEGEND italiano (TESTO)

tiziano_ferro_marracash

Uscito solo due giorni fa, Status, il nuovo disco di Marracash sta già scalando le classifiche di vendite sia in digitale (dove al momento è secondo dietro solo al nuovo disco di Jovanotti in pre-order), che nei negozi di dischi.

In questi giorni Marracash ha svelato qualche aneddoto su una delle collaborazioni più importanti del nuovo disco, ovvero quella con Tiziano Ferro.

Il disco del rapper milanese, che sarà seguito da un lunghissimo in-store tour di cui vi abbiamo già parlato (trovate qui le date), e che è stato preceduto dal singolo In radio (qui il testo) presenta diversi duetti come nella miglior tradizione dei dischi rap: si va da Salmo e Coez, passando per Fabri FibraNeffa e Gué Pequeno, ma l’accoppiata che sicuramente ha più attiraro l’attenzione di tutti è quella con il re del pop, ma non solo in realtà, Tiziano Ferro.

Il brano in cui i due duettano si intitola Senza un posto nel mondo e nei giorni scorsi lo stesso Marra si è soffermato nelle interviste a spiegare la nascita della collaborazione con il cantautore di Latina:

Lo stimo moltissimo, e la cosa che mi piace di lui è che prova a dare internazionalità alla musica curando anche l’aspetto sonoro. Mi aveva fatto alcuni complimenti, così abbiamo iniziato una corrispondenza. Lui è uno dei pochi che puoi chiamare per fare un pezzo hip hop. Perché lo conosce. Siamo riusciti a fare un pezzo bellissimo, è una canzone che non spacca classifiche, è triste, densa. Per me lui è un po’ un John Legend. E il risultato mi piace tantissimo”.

Insomma un duetto per nulla studiato a tavolino su un brano molto intenso che ci fa riascoltare un Tiziano in veste R’n’b molto simile a quello dei suoi primi lavori discografici.

Di seguito il testo.

SENZA UN POSTO AL MONDO – MARRACASH feat TIZIANO FERRO TESTO

Odio questa città sappiamo che la vera vita è altrove
tu fai progetti ne hai una lista
poi la vita fa quello che vuole
c’è qualcosa che non va in me
è proprio come fossi due persone
e ognuno odia l’altro suo se
ma hanno in comune soltanto il dottore

cose noiose ti scoccia che te ne parlo
vorresti essere a un tavolo con la boccia nel ghiaccio
tutti fanno Jersey Shore tutti così estroversi
poi dove conta più esserci, che divertirsi tanto
cercando un punto fermo
qualcosa che sia per sempre
siamo pieni di tutto però non lasciamo niente
non sarei così noioso se non mi sentissi così solo
che ci faccio qui cosa c’entro con loro

(Tiziano)
mi chiamano lacrima per ciò che ho insegnato
mi chiamano fuoco per il vuoto che ho lasciato
perché amo amo amo
perché odio odio odio
perché dedico alla vita solo il meglio di me

balliamo intorno alle bugie
viviamo tra le rovine
passiamo vite sperando il meglio debba ancora avvenire
insostenibile pesantezza dell’apparire
materialismo, nel rap ne siamo le cheerleader
dai dimmi ancora che sono pesante
quando inizio con sti discorsi che chi se ne sbatte
da dove vengo è più importante saper incassare che darle
io preferisco incassare e andarmene

in mente ho certi personaggi
esseri umani marci
Dio lo preferisco quando fa i paesaggi
dentro lucide macchine
queste luci dei palchi
che fanno splendere me
ma mettono in ombra gli altri
asseconda i tuoi amici vedi dove ti porta
io già vedo che fingi che ti accontenti per forza
non sarei così noioso se non mi sentissi così solo
che ci faccio qui cosa c’entro con loro

(Tiziano)
mi chiamano lacrima per ciò che ho insegnato
mi chiamano fuoco per il vuoto che ho lasciato
perché amo amo amo
perché odio odio odio
perché dedico alla vita solo il meglio di me

non c’è vita dopo la morte
ma a volte nemmeno prima
fortuna che c’ho ancora l’ironia, Mina
cos’è questa noia guardaci siamo tristi
tu che fai una foto che testimonia che esisti
questo Range Sport ci pesa più stare in fila
tu sull’iPhone china presa da chi c’è in linea
e la vista mi sembra nuova ora che sono in cima
ora che non si muore più di fame ma d’invidia

chi la convivenza, la convenienza
però si inizia sempre con e si finisce senza
restare grigio in auto qui o una nuova partenza
ho avuto già due vite ore ne inizio una terza
sono stando di parlare di come potrebbe essere
non essere noioso, non sentirmi più solo
stare bene così senza un posto nel mondo

(Tiziano)
mi chiamano lacrima per ciò che ho insegnato
mi chiamano fuoco per il vuoto che ho lasciato
perché amo amo amo
perché odio odio odio
perché dedico alla vita solo il meglio di me

cause i love you, i love you, i love you
and i hate ya, hate ya, hate ya
and you always, always, always have, the best of me 

 

 

  Cresciuto con la passione per la musica dopo l'adolescenza inizia a frequentare il Music Business. Le sue prime esperienze avvengono nel campo dei fan club, nel corso degli anni ne crea e porta al successo diversi. Col tempo affina le sue capacità in vari settori del campo musicale. Tour manager per Barley Arts, Personal Assistant per Syria, Niccolò Agliardi e, per sette anni, con Gianluca Grignani. Di quest'ultimo scrive anche la biografia Rokstar a metà. Dopo essersi cimentato come produttore con l'ex "Amici di Maria De Filippi, Eleonora Crupi con cui incide quattro singoli portandola a duettare al Mediolanum Forum con Laura Pausini a febbraio del 2014 crea e lancia il sito All Music Italia che, in pochi mesi, diventa una realtà consolidata del panorama dell'informazione musicale sul web, tra i siti leader del settore. Da diversi anni è giudice in diverse manifestazioni musicali tra cui il Coca Cola Summer Festival, in onda su Canale 5.
segui su: