MARCELLA intervistata in radio parla dell’astio di RETTORE nei suoi confronti e del brano che le scrisse GINO PAOLI.

marcella-bella-rettore

Marcella Bella è stata ospite il 1 giugno dei microfoni di Radio Club 91 nel programma Radioattivi condotto da Ettore Petraroli e Rosario Verde.
I due conduttori, noti per la loro capacità di tirare fuori aneddoti pungenti e storie inedite dagli artisti che intervistano, hanno parlato con la cantante del Festival di Sanremo, di un brano che Gino Paoli scrisse per lei e di una collega che sembrava non amarla particolarmente…

Prima dell’inizio dell’intervista i conduttori mandano in onda Tanti auguri, celebre brano con cui Marcella si presentò a Sanremo nel 1987. Riguardo alla storia di questa canzone Marcella dichiara:

Pochi lo sanno, ma il testo è stato scritto da Gino Paoli su una musica di mio fratello Gianni. Gino però non volle che questa cosa si sapesse, tanto che il presentatore del Festival annunciò il brano come scritto unicamente da Gianni. Il motivo era che, nonostante Paoli mi apprezzasse molto e si fosse innamorato della musica scritta da mio fratello, in quel momento si sentiva un cantautore molto impegnato e quindi non voleva saperne del Festival… pensate che poi due o tre anni dopo Gino andò lui stesso a Sanremo e in gara addirittura…
Il brano che fu un successo, rimanendo per parecchie settimane in classifica. Tanti auguri era un pezzo orecchiabile con un anima gospel, non era facilissimo da cantare però era molto positivo al contrario di chi aveva scritto le parole che era sempre un po’ triste all’epoca
“.

Dopodiché Ettore e Rosario rammentano che rispetto ad oggi negli anni ’80 c’era un sacco di gossip legato a Sanremo e chiedono alla cantante se c’era qualche collega con cui proprio non andava d’accordo…

La realtà è che oggi non ci sono i personaggi, quindi c’è poco da fare gossip.
Comunque in quegli anni una collega aveva spesso da ridire su di me, per esempio per un Sanremo io mi presentai molto femminile con un tailleur e il tacco 12 e lei ebbe da fare commenti negativi sui miei tacchi… forse era invidiosa perché lei era una pertica di 1 metro e ottanta e con i tacchi sembrava un travesta… io invece essendo piccolina e con i tacchi stavo bene. Poi figurati lei in quel Sanremo si presentò sul palco vestita con le ali da angelo, com’era combinata… in ogni caso mi aveva proprio presa di mira. Parliamo di Donatella Rettore.

A questo punto i conduttori intervengono e fanno notare che la Rettore intervistata da loro durante l’ultimo Sanremo aveva dichiarato anche che secondo lei Vasco Rossi si dovrebbe fare lo “Zuppone col latte…

Marcella scoppia a ridere e risponde:

Ma è pazza… perché Vasco Rossi è uno dei nostri più grandi artisti… ha fatto delle canzoni meravigliose…
Non so, ogni tanto lei si sveglia e deve parlar male di qualcuno.
Per dire io sono una molta serena però se mi pestano la coda reagisco purtroppo perché sono passionale… sono meridionale non riesco a porgere l’altra guancia, non so far finta di niente anche perché non voglio farmi venire il mal di fegato e allora ecco che se mi istigano io rispondo per le rime“.

Ettore e Rosario le fanno notare che lei è molto amata dal pubblico gay e le chiedono cosa ne pensa dei matrimoni e delle adozioni gay:

I gay fanno parte dello zoccolo duro dei miei fan, io li adoro.
Per quel che riguarda i matrimoni, contenti loro ognuno è libero di far quel che vuole. perché no?
Per quel che riguarda le adozioni diciamo che non è la sede giusta per parlare di argomenti così seri… ogni caso è un caso a se stante ed ognuno la può pensare come vuole, compreso il gay: c‘è il gay che pensa che la famiglia sia una sola con mamma e papà e il gay che invece pensa che possa essercene una diversa. Io sono per la libertà”.

Prima di salutare viene ricordata anche la serata speciale per i 40 anni di carriera del fratello Gianni Bella che andrà in onda martedì su Rete 4 e di cui noi di All Music Italia vi abbiamo già parlato in questo articolo

Quella che va in onda è una serata bella… abbiamo giocato anche nel titolo un po’ sul nostro cognome.
Volevamo festeggiare contemporaneamente sia il compleanno di Gianni che i suoi 40 anni di carriera così ho riunito un po’ di amici storici miei e di Gianni. Da Mario Biondi a Umberto Tozzi e poi Loredana Berté e Mario Lavezzi, ma ci saranno anche delle giovani artiste come Annalisa e Deborah Iurato.
Abbiamo fatto dei duetti cantando tantissime canzoni di Gianni… io mentre cantavo dicevo che non era possibile che avesse scritto così tante belle canzoni… è venuta fuori una serata davvero splendida, lui era molto contento è anche salito sul palco e canticchiato Io non so parlar d’amore.
Spero che in tv venga fuori l’emozione che abbiamo provato quella sera“.

  Cresciuto con la passione per la musica dopo l'adolescenza inizia a frequentare il Music Business. Le sue prime esperienze avvengono nel campo dei fan club, nel corso degli anni ne crea e porta al successo diversi. Col tempo affina le sue capacità in vari settori del campo musicale. Tour manager per Barley Arts, Personal Assistant per Syria, Niccolò Agliardi e, per sette anni, con Gianluca Grignani. Di quest'ultimo scrive anche la biografia Rokstar a metà. Dopo essersi cimentato come produttore con l'ex "Amici di Maria De Filippi, Eleonora Crupi con cui incide quattro singoli portandola a duettare al Mediolanum Forum con Laura Pausini a febbraio del 2014 crea e lancia il sito All Music Italia che, in pochi mesi, diventa una realtà consolidata del panorama dell'informazione musicale sul web, tra i siti leader del settore. Da diversi anni è giudice in diverse manifestazioni musicali tra cui il Coca Cola Summer Festival, in onda su Canale 5.
segui su: