MALIKA AYANE torna in radio SENZA FARE SUL SERIO

malika1

Sarà in rotazione radiofonica a partire dal prossimo venerdì 10 aprile Senza fare sul serio, secondo singolo estratto da Naif il nuovo album di Malika Ayane, fresca della sua quarta partecipazione al Festival di Sanremo dove si è classificata al terzo posto. Reduce dal buon riscontro commerciale e di critica con il brano Adesso e qui (Nostalgico presente) scritto in collaborazione con Pacifico e Giovanni Caccamo ( vincitore delle Nuove Proposte), Malika sterza e si gioca una canzone up tempo, molto diversa dal mood festivalero più misurato ed elegante, lasciando il posto ad un ritmo battente ed una ritrovata positività che caratterizza un po’ le intenzioni di tutto il disco. Senza fare sul serio porta la firma ancora una volta dell’accoppiata vincente Ayane/Pacifico per quanto riguarda il testo, mentre alla parte musicale hanno collaborato Matteo Buzzanca e l’ex allievo di Amici di Maria de Filippi Edwyn Roberts; la produzione del singolo, così come di tutto l’album è stata affidata ad Axel Reinemer e Stefan Leisering, virtuosi del collettivo musicale tedesco Jazzanova.

Ecco il videoclip ufficiale seguito dal testo di Senza fare sul serio.
Il videoclip che accompagna l’uscita del singolo è girato a Budapest e diretto da Federico Brugia

SENZA FARE SUL SERIO – MALIKA AYANE – VIDEO UFFICIALE

SENZA FARE SUL SERIO – MALIKA AYANE – TESTO
(Ayane/Pacifico – M. Buzzanca/E- Roberts)

C’è chi aspetta un miracolo
e chi aspetta l’amor
chi chiede pace a un sonnifero
chi dorme solo in metrò

Lento può passare il tempo
ma se perdi tempo
poi ti scappa il tempo, l’attimo
lento come il movimento
che se fai distratto
perdi il tuo momento
perdi l’attimo

E chi guarda le nuvole
e chi aspetta al telefono
chi ti risponde sempre però
chi non sa dire di no

Lento può passare il tempo
ma se perdi tempo
poi ti scappa il tempo, l’attimo
lento come il movimento
che se fai distratto
perdi il tuo momento
perdi l’attimo

Tu non lo sai come vorrei
ridurre tutto ad un giorno di sole
tu non lo sai come vorrei
saper guardare indietro
senza fare sul serio
senza fare sul serio
come vorrei distrarmi e ridere

C’è chi si sente in pericolo
c’è chi si sente un eroe
chi invecchiando è più acido
chi come il vino migliora

Lento può passare il tempo
ma se perdi tempo
poi ti scappa il tempo, l’attimo
lento come il movimento
che se fai distratto
perdi il tuo momento
perdi l’attimo
prendi l’attimo

Tu non lo sai come vorrei
ridurre tutto ad un giorno di sole
tu non lo sai come vorrei
saper guardare indietro
senza fare sul serio
senza fare sul serio
come vorrei distrarmi e ridere

 

 

  Sono nato a Roma nel 1987, ed è qui che ho deciso di tornare dopo qualche anno di vagabondaggio per studio e lavoro. La musica è la mia passione vera; da sempre ho avuto l’esigenza di ascoltare, scoprire ed esplorare generi ed artisti diversi. La mia vena critica e quella polemica mi hanno portato su All Music Italia dove recensisco i dischi italiani in uscita più interessanti.
segui su: