“Angolo di cielo” è la dedica in musica di LUISA CORNA al padre scomparso

luisa corna

Luisa Corna torna con Angolo di cielo, racconto di una donna al suo papà che non c’è più.

Personaggio polivalente nel campo dell’arte, frequentato in veste sia di cantante che conduttrice, nonché modella, Luisa Corna torna sulle scene con un nuovo brano, Angolo Di Cielo, con cui puntualizza una volta per tutte quale tra le sue virtù sia quella che le imprigiona il cuore, quella del primo amore: la musica.
Il brano sarà disponibile in radio ed in digitale da Venerdì 9 Giugno.

Per l’occasione la cantante si scopre anche autrice, mettendo mano propria nella stesura del testo di Angoli Di Cielo, scritto assieme a Marco Colavecchio, Michele Pio Ledda, e Gabriele Oggiano.

Angolo Di Cielo è un brano grazie al quale Luisa può esprimere tutta la sua forza d’interprete, anche perché particolarmente sentito; è un grido infatti al padre scomparso, un racconto della sua vita atto a renderlo partecipe, trovando la forza in questo modo di vincerne l’assenza.
La cantante a riguardo dichiara:

Penso spesso a mio padre, scomparso alcuni anni fa. Mi manca il fatto di non poter condividere con lui la mia quotidianità e le evoluzioni della mia vita. Quando se n’è andato mi ha lasciato un vuoto incolmabile che solo con la musica sono riuscita a mascherare ma che è rimasto sempre, in fondo, latente e inespresso.
Sono convinta che la musica sia la più alta espressione di condivisione e ci permette di entrare in contatto anche con chi ci è lontano. Ho scritto queste parole rivolgendomi finalmente a mio padre, gli grido liberamente tutta la mia gioia di donna realizzata, andando a cercare il suo sorriso in quel suo “Angolo di cielo” dal quale, sono sicura, lui non ha mai smesso di seguirmi e consigliarmi”.

luisa corna

Questo bisogno di radici e di ricordi da tenere in vita hanno condotto la cantante a girare il video del brano nel suo paese natale, Palazzolo Sull’Oglio, nei luoghi in cui s’intrecciano passato e presente, vissuto e fantasia. La regia è di Cristiano Mondini, anche lui natio di zone vicine a quelle della Corna.

 

  
segui su: