LISA GIORE´ attraverso “scarse prospettive” racconta “Le vie dell’insonnia”

lisagiore2

Scarse Prospettive è il primo singolo estratto dall’album d’esordio della poliedrica artista Lisa Giorè.
Pubblicato per la Volume! Records e distribuito da Boxtune/Believe Digital, Scarse Prospettive si presenta subito come un pezzo dalle caratteristiche singolari e tra di loro contrastanti.

Infatti, mentre la musica presenta un sound allegro e spensierato, il testo fa da contraltare trattando, con riflessi cupi e profondi, le difficoltà di un rapporto di coppia troppo a lungo protratto nel tempo, tra noie ed incomprensioni. Anche le rime e le assonanze utilizzate per comporre il testo e dar forma alla canzone si presentano in maniera piuttosto atipica per quanto riguarda il panorama del pop cantautorale italiano.

Scarse prospettive è composta interamente dalla stessa Lisa Giorè, che per la parte strumentale si è avvalsa della collaborazione dei suoi storici partners: Leonardo Montalbano alla chitarra, Nicolò Grascelli alla batteria e Debora Porciello, pianista e flautista.

Ma chi è Lisa Gioré?
Al secolo Elisa Giorello, nasce a Siena nel 1986 e dopo essere cresciuta tra le canzoni di Alice, Franco Battiato e i Matia Bazar, gli artisti preferiti della madre, a quindici anni intraprende il percorso di musicista.
I primi studi sono quelli di chitarra che vengono poi sostituiti da quelli di canto moderno e si concludono con quelli di basso elettrico.

Intorno al 2010 Elisa inizia a scrivere i suoi primi brani, che però vengono presto chiusi in un cassetto in attesa di raggiungere la crescita e la maturità giusta per poterli completare e proporre. Crescita e maturità che l’artista sente di aver raggiunto quattro anni dopo, quando decide finalmente di riaprire quel cassetto e riprendere in mano i lavori temporaneamente sospesi, trasformandoli in vere e proprie canzoni.

Con del materiale finalmente pronto da presentare, Elisa inizia la ricerca di musicisti che abbiano la qualità e la voglia per collaborare con lei ed è così che incontra Leonardo Montalbano, Nicolò Grascelli e Debora Porcielli, che assieme a lei formeranno la band La Fabbrica Di Polvere.

Nel 2016, mentre in studio e nei live prosegue la collaborazione con la sua band, nasce il progetto solista di Elisa, che per l’occasione acquisisce lo pseudonimo di Lisa Giorè e che finalmente dà prima alla luce il singolo Scarse Prospettive ed a ruota il disco d’esordio dal titolo Le Vie Dell’Insonnia, disponibile dal 20 settembre in versione digital e dal 10 ottobre in versione cd.

Le Vie Dell’Insonnia in dieci brani promette di raccontare l’ascesa e l’evoluzione della persona e dell’artista Elisa, avvenuta attraverso turbolente tempeste cerebrali.

 

  Inizio a scrivere circa 10 anni fa cimentandomi in racconti brevi, prevalentemente in stile thriller/horror perchè è ciò che leggo ed è ciò che mi piace leggere (Stephen King, Dean Koontz, Donato Carrisi, Giorgio Faletti...) Nel 2010 nasce così "Il Gatto", pubblicato dalla casa editrice Albatros. Seguono altri racconti brevi e nel 2010/2011 un secondo romanzo, "La Nebbia Di Pontevecchio", che è tutt'ora inedito. Negli ultimi due anni decido invece di cimentarmi in poesie, per lo più ispirate e contaminate dalla musica che ascolto.