LIGABUE: negli USA tra cimeli e inediti lavori in studio

LIGABUE

Ligabue rientrerà in Italia portando con sé la grande soddisfazione dei risultati ottenuti dal Mondovisione Tour –Mondo 2014 che, dopo il grande successo nei principali stadi italiani, ha portato lo show del rocker emiliano in 5 tappe in tra Canada e USA;  ma se l’artista rientrerà con un bagaglio carico di positività ed emozioni raccolte oltreoceano, qualcosa di lui resterà negli Stati Uniti per sempre.

Il nome di Ligabue, entra infatti nella prestigiosa lista delle rock star presenti in una tra le collezioni di cimeli musicali più rinomate al mondo, quella Hard Rock International che abbina una catena di ristoranti, Hotel e Casinò dove al loro interno vengono esposti al pubblico di oltre 73mila pezzi (tutti unici e originali), appartenenti a nomi di rilievo della musica rock ed esposti nelle 190 sedi del gruppo, sparse in 58 paesi (presente in Italia in 3 cafè a Roma, Venezia e Firenze).

Ligabue ha donato la propria chitarra (una Fender Telecaster bianca) utilizzata nel concerto di domenica 19 ottobre, dove si è tenuta la data sold out  di  New York, al Terminal 5, la donazione è avvenuta all’Hard Rock Cafe New York, vecchia sede dello storico Paramount Theatre, un luogo cult per gli appassionati di musica, un palco che in passato ha ospitato numerose leggende della musica rock, con nomi come Beatles, Elvis Presley e Buddy Holly.

LIGABUEHARDROCK

La chitarra di Ligabue diventa dunque patrimonio del rock internazionale e da oggi troverà posto accanto a quelle di Elvis Presley o Jimi Hendrix, ai manoscritti originali di John Lennon e numerosi costumi di scena di Michael Jackson, Elton John e Madonna.

Nel frattempo Ligabue, impegnato nelle ultime tappe del tour internazionale che si conclude domenica 26 ottobre al Grand Central di Miami, ha avuto il tempo di realizzare un lavoro in studio di registrazione: infatti in queste ore si trova a Los Angeles negli studi di Dave Grohl dei Foo Fighters, ma la sua non è una visita di cortesia o  scopo turistico, come lui stesso annuncia al suo pubblico attraverso la propria pagina ufficiale di Facebook:

LIGABUE LOSANGELES

Non ci resta che attendere il rientro di Ligabue in Italia, per scoprire cosa nascerà da questa inattesa avventura americana in studio di registrazione.

  Classe 1983, piemontese, su AllMusicItalia per fondere finalmente passione ed esperienze maturate nella musica e nella scrittura, con l’obbiettivo di creare un racconto che possa portare un punto di vista originale su quanto presente nel panorama musicale del nostro paese. Il tutto armato di curiosità, in particolar modo nei confronti dei mille sorprendenti volti offerti dalla musica emergente italiana.
segui su: