LE FOLLI ARIE: un mix di mondi musicali per l’album d’esordio della band, anticipato da “Non è facile” (VIDEO)

le-folli-arie

Vi presentiamo Le folli arie, un gruppo emergente che proprio oggi lancia il proprio omonimo disco d’esordio. Un progetto molto curato e convincente che porta al grande pubblico l’anima pop della band, profondamente segnata dalla fusione di mondi musicali diversi che spaziano dal grunge al latin-funk. Un disco che verrà presentato ufficialmente durante un evento live a Milano, dopo l’anticipazione del singolo apripista Non è facile che è stato proposto in accoppiata ad un video ufficiale.

Il disco è caratterizzato da numerosi ospiti che hanno preso parte al progetto e può vantare la collaborazione di un’eccellenza della produzione musicale italiana, Lorenzo Cazzaniga (collaboratore, tra gli altri, di Claudio Baglioni, Lucio Dalla, Fabrizio De André, Ray Charles, Sting, Mina, Pfm, Pooh e Vasco Rossi) che ha curato i mix ed il mastering. L’album Le folli arie conterrà tredici tracce che miscelano l’uso prevalente dell’italiano a incursioni nella lingua inglese, il tutto intramezzato da inserti strumentali. Il risultato è frutto dell’unione di una vasta gamma di emozioni da trasmettere, un cocktail musicalmente molto originale nel quale si possono trovare tratti di vicinanza al sound di Led Zeppelin e Pink Floyd, che si trovano a coesistere in un equilibrio insolito e riuscito con melodie vicine alla produzione musicale targata Lucio Battisti.

Non è facile è il pezzo scelto per presentare il progetto, un singolo lanciato a dicembre con un bel video ufficiale ambientato a Milano e diretto da Filippo Pascuzzi. Un’opera che narra cinque storie intente ad intrecciarsi parallelamente nella stessa stanza d’albergo. C’è chi vede la camera come una fuga dalla propria realtà e chi vi si ritrova imprigionato suo malgrado. Una stanza che si può trasformare in scenario per un’avventura o in rifugio per chi la vive come il luogo privato per eccellenza. Visioni diverse date da sguardi differenti che la vita ha portato negli occhi di ognuno, da sempre impegnati in una battaglia contro la propria follia, combattuta con personalissime armi.

 

 

Le folli arie è un disco che contiene convincenti ballate rock capaci di affiancare atmosfere dolci ad accelerazioni decise, come in Salto nel buio e Mentre tu cadi che sembrano uscire da un disco dei  The Animals. Un’influenza “seventies” che caratterizza tutto il disco virando talvolta verso la leggerezza mai banale (come in Fuori!) e verso l’intensa profondità, come in Il giardino della mia follia, un crescendo musicale dal fortissimo impatto. Un sound convincente, molto di più quando cantato in italiano, in un risultato per nulla scontato che rende ancor più meritevole di attenzione questa nuova realtà musicale, un gruppo dal grande potenziale in parte già formato grazie ad uno stile complesso ma perfettamente messo a fuoco.

Il progetto nasce dall’incontro di quattro musicisti milanesi che, dopo anni di gavetta musicale  tra inediti, cover, lezioni e lavori in studio, decidono di dare vita ad un nuovo progetto, dal quale nasce un album frutto dell’incontro/scontro tra le proprie storie e i propri percorsi, tanto diversi quanto compatibili, tenuti insieme da una comune passione per il rock anni ’70. Una contaminazione di gruppo che ha portato all’inedito stile dalle band che si trasforma in un insolito equilibrio tra sound così diversi. La band è formata da Simone Corazzari (voce, chitarre, autore e produttore), Massimiliano Masciari (basso e steel drum), Francesco Meles (batteria e percussioni) e Marco Antonio Cerioli (tastiere e seconde voci).

 

Dopo l’uscita, la band presenterà in anteprima il disco Le Folli Arie al Blues House di Milano, in un esclusivo evento live previsto per domenica 01 febbraio 2015 (maggiori informazioni QUI), il primo di una serie di appuntamenti dal vivo.

Per entrare in contatto con la realtà di questo gruppo emergente, potete collegarvi alla pagina ufficiale Facebook (QUI)  o seguirli su Twitter (QUI).

  Classe 1983, piemontese, su AllMusicItalia per fondere finalmente passione ed esperienze maturate nella musica e nella scrittura, con l’obbiettivo di creare un racconto che possa portare un punto di vista originale su quanto presente nel panorama musicale del nostro paese. Il tutto armato di curiosità, in particolar modo nei confronti dei mille sorprendenti volti offerti dalla musica emergente italiana.
segui su: