Dopo il successo de “L’Amore merita” GRETA, VERDIANA, ROBERTA POMPA e LAURA BONO diventanto LE DEVA

le deva

Finalmente ci siamo, la band tutta al femminile formata da Greta, Verdiana, Roberta Pompa e dalla new entry Laura Bono (leggi qui), ha finalmente un nome in attesa dell’uscita del loro primo album prevista per il prossimo mese di maggio che sarà ovviamente anticipato da un nuovo singolo… il nome scelto è LE DEVA.

Quando ormai un anno fa Simonetta Spiri ( che ha abbandonato di recente il gruppo come riportato qui), Greta Manuzi, Roberta Pompa e Verdiana si sono unite per dare vita ad una band tutta al femminile sulle note del brano certificato disco d’oro, L’Amore merita, per un po’ sono state l’incubo di ogni sito web a causa della lunghezza dei nomi delle quattro da riportare nei titoli e, anche per questo, sono state ribattezzate dalla stampa stessa Le Ragazze de L’Amore merita, ora finalmente il nome è arrivato portando con se tante novità.

Le DEVA
è un nome scelto dalle ragazze e dal loro staff per tanti motivi che loro stesse spiegano…

DEVA sono spiriti della natura appartenenti alla mitologia di diverse culture, dalla greca all’indiana, in particolare sono noti i DEVA dei quattro elementi, pilastri portanti dell’Universo. Il richiamo al brano “L’origine” – secondo singolo che abbiamo proposto con altrettanti importanti risultati- nel cui video abbiamo impersonificato i 4 elementi della natura così come il richiamo all’Universo femminile che nella canzone viene celebrato, è stato immediato. Inoltre DEVA inizia con la ‘D’ di donna, ed è composto da 4 lettere, richiamo simbolico ai noi quattro”.

Nei prossimi giorni verrà annunciata la data di uscita del terzo singolo del gruppo che al momento è impegnato in studio di registrazione con il produttore artistica Zibba e diversi autori interessante per dare vita all’album in uscita con tutta probabilità nel mese di maggio prossimo.

Nel frattempo potete seguire LE DEVA nella loro pagina Facebook ufficiale qui, su Twitter e nella nuova pagina Instagram.

 

Foto di Daniele Cruciani

 

  
segui su: