LAURA PAUSINI presenta in anteprima “Simili” e si prepara per Sanremo

laurapausini

Questa sera Laura Pausini ha donato ai suoi fan una gustosa anteprima dell’album Simili, il dodicesimo in studio, in uscita il 6 novembre.

La cantante, nella statunitense Miami per impegni professionali, si è collegata in diretta via Facebook per regalare qualche secondo di tutte le tracce del disco agli oltre 30mila fan connessi da tutto il mondo.

Simili non tradisce le aspettative del pubblico di Laura. La cantante rimane coerente a se stessa e al suo stile romantico ma non mancano brani che mettono in luce lati meno ordinari e che sicuramente faranno ballare le platee del tour negli stadi che la aspetta nel 2016.

La traccia più sorprendente è Innamorata, scritta per lei da Jovanotti. Un pezzo che potrebbe scalare le classifiche dell’airplay radiofonico e non solo, davvero orecchiabile e travolgente: Posso correre sul filo, come scorre la corrente, posso credere al futuro, stare persa tra la gente, tu non sai cosa può fare una donna innamorata, una donna innamorata della vita come me!

Colpisce anche 200 note, il cui è autore è un recente vincitore di Sanremo Giovani non ancora svelato. Una composizione dall’arrangiamento d’archi ricchissimo e raffinato, che punta al cuore: Pelle contro pelle, il tuo sorriso, non servivano parole, ricordo ancora l’emozione mentre se ne andava il sole e nella camera duecento note…

Atmosfere latine e sensuali per Tornerò (con calma si vedrà), il secondo brano firmato da Biagio Antonacci dopo l’apripista Lato destro del cuore, mentre si sconfina nella dance (ebbene sì!) con Io c’ero (+ amore x favore).

Un amore dai toni drammatici quello di Sono solo nuvole, il capolavoro, come lo ha definito la Pausini, che porta la firma di Giuliano SangiorgiE non importa più di resistere, di quello che mi dai non so che farmene, sono solo nuvole tra noi che si dileguano…

Laura si unisce alla quasi omonima collega L’Aura per dare vita a Lo sapevi prima tu, una dedica paterna: Lo sapevi prima tu che questo sangue è buono, prendimi tra le tue braccia, prendi il colletto e questa faccia, accarezzami piano piano con un gesto della mano, come quando ero bambina…

A chiudere il disco la tenerezza sconfinata di È a lei che devo l’amore, nella quale la cantante si fa accompagnare dal compagno Paolo Carta e dalla piccola figlia Paola che canticchia con la mamma durante il brano: La mia vita è stata un canto, quante strade che ha il mondo.

Durante la diretta, Laura Pausini ha trovato inoltre il tempo per ricordare La meraviglia di essere simili, lo speciale evento televisivo in onda il 14 novembre su Rai Uno in cui canterà alcuni brani del disco.

Inoltre, una fan in diretta le ha dato modo di rivelare, dopo tante voci circolate, che c’è davvero qualcosa di concreto legato a Sanremo. Se Laura si limiterà a cantare all’Ariston come super-ospite o come co-conduttrice con Carlo Conti non è ancora chiaro, ma di certo la vedremo in Riviera ligure il prossimo febbraio.

VINCI UNA COPIA DI “SIMILI” E L’AUTOGRAFO DI LAURA PAUSINI!

  Laureando in giornalismo, cantante per vocazione, responsabile Officina del Talento qui su All Music Italia, speaker per Radio Stonata, redattore per Eurofestival News. Un ragazzo multitasking direbbero gli inglesi, poiché non riesco a fare una sola cosa in un solo momento. Sento l’esigenza inconscia di incasinarmi la vita con troppi impegni nel mondo della comunicazione e tutti rigorosamente legati alla musica. Vivo costantemente alle prese con file mp3, video Youtube, status su Facebook, hashtag su Twitter, post nei forum. Ma appena possibile stacco il cervello, butto due cose in valigia e parto alla scoperta del mondo.
segui su: