La PFM, ospite al Festival di Sanremo, omaggia il compositore GIUSEPPE VERDI

pfm

Il countdown per la 65° edizione del Festival Di Sanremo è partito in modo ufficiale dalla pagina Facebook della grande manifestazione, ma l’attesa sta per giungere al termine. Infatti, finalmente, il 10 febbraio sul celeberrimo palco del Teatro Ariston sarà suonata la prima nota, e insieme ad essa avrà inizio quello che ormai è diventato uno degli eventi mediatici più attesi dall’intera Nazione e, soprattutto, da tutti gli amanti della musica italiana.

Intanto le prove del conduttore Carlo Conti, dell’inedito trio di vallette Arisa-Emma-Rociò e dei cantanti in gara procedono con grande scioltezza e il cartellone degli ospiti del prossimo Festival, tra smentite e conferme, continua a prendere forma.

Mentre sembra essere sfumata la presenza del dj David Guetta e quella di Fiorello che, impegnato nel suo tour, ha fatto sapere che non ci sarà, e mentre circolano insistentemente i nomi della coppia Andrea Bocelli-Giorgia, giunge la notizia del ritorno a Sanremo della Premiata Forneria Marconi.
Dopo avere celebrato, nel 2009, Fabrizio De Andrè e accompagnato, nell’edizione del 2011, Roberto Vecchioni sulle note del brano vincitore Chiamami ancora amore, la PFM torna a Sanremo con l’accompagnamento dell’orchestra del Festival e di una delegazione della banda dell’Esercito Italiano, convocata per un’inedita e speciale versione del Nabucco (opera di Giuseppe Verdi del 1842) con un omaggio musicale e per immagini al centenario della Prima Guerra Mondiale.

In attesa di ulteriori dettagli sulle tempistiche della partecipazione al Festival della progressive rock band italiana, confermate nella prima puntata le ospitate di Tiziano Ferro e Al Bano e Romina, protagonisti di una attesa reunion, con hit indimenticabili come Felicità (Sanremo 1982).
Mercoledì sarà il turno di Biagio Antonacci, mentre venerdì toccherà allietare il pubblico festivaliero, con il suo pianoforte, a Giovanni Allevi.
Nella serata finale di sabato 15 febbraio, invece, arriverà la rocker Gianna Nannini. Prenderà parte alla finalissima anche Pino Donaggio per festeggiare il cinquantesimo della sua Io che non vivo (senza te), canzone lanciata proprio a Sanremo nel 1965.

Tra le star internazionali più attese in riviera la cantante drag queen, vincitrice dell’ultimo Eurovision Song Contest, Conchita Wurst, ma anche Ed Sheeran, stella del rock d’autore britannico della nuova generazione.

  Laureato in “Arti e Scienze dello spettacolo”, attualmente frequento il Corso di Laurea Magistrale “Professioni dell’Editoria e del Giornalismo“. Grande appassionato di TV e Musica non mi perderei un Festival di Sanremo per niente al mondo. Prediligo il pop italiano e mi appassionano gli artisti emergenti. Domani vorrei essere un giudice di X-Factor. Scrivere è quello che mi riesce meglio. Segretamente aspirante paroliere.
segui su: