KARIMA sarà Whitney Houston nel musical “The Bodyguard”

karima-the-bodyguard

Karima sarà la protagonista, insieme ad Ettore Bassi del musical The Bodyguard, adattamento del film The Bodyguard – Guardia del corpo del 1992 con Kevin Costner e Whitney Houston.

Karima interpreterà la superstar Rachel Marron nel film interpretata dalla Houston ed Ettore Bassi sarà la guardia del corpo Frank Palmer, nella pellicola interpretata da Kevin Costner.

Il musical ha già ottenuto un grande successo in Inghilterra, Germania ed Olanda e debutterà in Italia il 23 febbraio 2017 al Teatro Nazionale di Milano.

Lo spettacolo sarà una tra le novità più attese della prossima stagione teatrale, la scenografia sarà imponente, gli effetti speciali stupiranno e la sontuosa colonna sonora sarà interamente in inglese e comprenderà molti successi: I will always love you, I wanna dance with somebody, One moment in time, Run to you, I have nothing, Queen of the night, I’m every woman, Jesus loves me e tante altre canzoni eseguite con l’orchestra dal vivo. Saranno inseriti anche altri successi dell’artista statunitense tra i quali: Saving all my love, How will I know, So emotional, All the man that I need e All at once. Si parla di un investimento di produzione di due milioni di euro.

Gli altri artisti che seguiranno le indicazioni del regista Federico Bellone saranno: Loredana Fadda (Nicky Marron), Piero Di Blasio (Sy Spector), Russel Russel (Bill Devaney), Daniele Balconi (stalker), Fabrizio Corucci (Tony Scibell), Mirko Ranù, Gianluca Briganti, Felice Lungo, Renato Tognocchi, Alessia Lo Savio, Yamaira Gomez Fabre, Alessandra Ruina e Daniela Ribezzo.

  Blogger qui su All Music Italia quasi per caso, ma soprattutto per passione e dedizione. Lascio dar sfogo alla mia tastiera per poter trasmettere quello che sento. Fin da piccolo, grazie ai miei genitori, ho sempre ascoltato molta musica italiana, Sanremo... un appuntamento da anni. Mi piace scrivere di musica per capire le contaminazioni, le connessioni tra i vari artisti, stili ed influenze del momento e non. Considero la New Generation come un foglio bianco su cui scrivere con fermezza musica e parole per il futuro. Buona Musica!
segui su: