IRENE FORNACIARI presenta il nuovo disco: tante firme importanti e l’interpretazione in primo piano

irenefornaciari

È fissata per venerdì 12 febbraio l’uscita di Questo Tempo, il nuovo album di inediti di Irene Fornaciari e proprio per l’occasione siamo andati ad ascoltarlo in anteprima con i colleghi del web negli uffici Friends&Partners.
Questo Tempo, prodotto da Diego Calvetti e distribuito da Believe Digital, è un disco che mette in luce una fotografia di quello che è diventata oggi Irene, ne racconta riflessioni e passioni in grado di fare emergere un’inedita espressività nella voce stessa. L’album è composto da 11 brani, scritti dalle migliori firme del panorama italiano, che vanno ad esplorare i sentimenti umani, dal rapporto tra gli uomini a quello con Dio, tra i quali ovviamente è compreso Blu, brano con il quale è in gara per la 66a edizione del Festival di Sanremo, dove quest’anno torna per la quarta volta dopo una tournèe italiana lunga due anni; un testo poetico, scritto dalla stessa Irene insieme a Beppe Dati, che volge lo sguardo al sociale.

Irene Fornaciari è da sempre a contatto con musica di ogni genere, ma contaminata soprattutto da soul, blues e R&B; esordisce come cantante nel 2003, interpretando uno dei protagonisti del musical I 10 comandamenti. Nel 2007 i quattro progetti discografici ottenuti dal primo disco le conferiscono la vittoria del prestigioso Premio Mia Martini, portandola poi a proseguire la carriera calcando palchi importanti al fianco di grandi nomi della scena musicale nazionale ed internazionale, dai Nomadi ad una delle più importanti leggende del soul, Eddie Floyd, con il quale ha duettato sulle note di Knock on Wood.

©_ANGELO_TRANI

La ritroviamo ad oggi pronta per Sanremo, dove, oltre al brano in gara Blu, nella serata del giovedì dedicata alle cover, presenterà Se perdo anche te, storicamente interpretata da Gianni Morandi e a sua volta cover di Solitary Man di Neil Diamond. Una round table nella sede F&P per ascoltare in anteprima il nuovo album va proprio ad incorniciare questi ultimi momenti di attesa prima del grande ritorno sul palco dell’Ariston.

Di seguito, prima dell’intervista, vi proponiamo la tracklist ufficiale dell’album, con qualche curiosità e qualche nostra prima impressione:

BLU: è una canzone di speranza, un richiamo all’umanità con la quale ultimamente perdiamo troppo spesso il contatto. Affronta il tema dell’immigrazione con molta delicatezza attraverso un testo che arriva dritto allo stomaco. Una Irene Fornaciari nuova, che sembra avere abbandonato la voce imponente e più ostentata alla quale ci ha abituati, per lasciare spazio ad un’interpretazione che ha tratti ricorda Fiorella Mannoia.

L’ALTRA FACCIA DELLA LUNA: può bastare solo un istante per scombinare i piani e alcune certezze che sembravano inossidabili, basta un arrivo, un segnale, così succede che si cambia idea e si cambiano anche le domande, non importa che le risposte non ci siano ancora, basta rimettersi in un gioco che ha nuove regole e nuove possibilità con la sfrontatezza di chi non ha nulla da perdere. Un brano molto bello, dopo un primo ascolto quasi convince più del brano in gara; scritta da Niccolò Agliardi e Luca Chiaravalli, per toni e ritmo potrebbe essere tranquillamente prestata ed interpretata a/da Zucchero.

LA COMPRENSIONE: con questo pezzo torniamo ad un ritmo più frenetico e attivo, si parla di limiti, dinamiche di coppia ed equilibrio, che spesso risulta difficile, se non impossibile da raggiungere. Bisognerebbe riuscire a raggiungere un equilibrio senza limiti e nel rispetto dell’altra persona.

É SOLO UN ATTIMO: si torna su tonalità più tranquille e sonore, si parla del bisogno di mettersi sempre in gioco e di buttarsi in nuove sfide superando i momenti in cui si ha paura o si vorrebbe tornare indietro.

QUESTO TEMPO: questo pezzo vuole essere un’esortazione a vivere intensamente il presente e cogliere attraverso i sensi la semplicità delle cose realmente importanti.

IL GIORNO PERFETTO: emozioni e sensualità si uniscono in un vortice di passione proprio come due corpi, che una volta congiunti riescono a fare dimenticare tutte le cose negative, il tempo si ferma e tutto diventa magicamente perfetto.

IL PARADISO È PERDUTO: descrive l’amarezza di un rapporto che sta finendo. L’amore sospeso e tormentato di due persone che nel profondo sanno di amarsi ma si rendono conto di non essere compatibili insieme.

DALLA FINESTRA DI CASA MIA: un vero e proprio inno alla vita. A volte il mondo può fare paura portandoci alla ricerca di un rifugio perfetto nella propria casa, isolandosi si cerca di tenerlo il più lontano possibile, ma se si incomincia ad osservarlo in modo distaccato ci si accorge di quante cose belle e meravigliose possa offrire.

DRAGHI NEL CIELO: un pezzo fortemente soul, è una ricerca di unione affinché insieme si possa combattere il veleno che ci circonda. Per poter fare questo la prima cosa da fare è chiedersi coscientemente se si è nel giusto o se invece le colpe non siano prima di tutto di noi stessi.

GIORNI: spesso ci si sofferma troppo sulle grandi domande della vita ed il suo senso dimenticandoci di viverla. I giorni vanno vissuti intensamente per far sì che ciò che facciamo ci rispecchi.

UN AMULETO: una canzone personale, scritta da Irene in prima persona, è dedicata alle persone a noi care che non ci sono più ma che sentiamo vicine sempre. Niente ha mai fine, l’amore e il bene di queste persone rimangono dentro di noi dandoci la forza di superare le difficoltà che la vita spesso comporta.

Dopo l’ascolto del disco abbiamo incontrato con i colleghi della stampa Irene per farle qualche domanda, troverete  l’intervista domani su All Music Italia.

  Una mente intuitiva e razionale per un corpo istintivo e cosmopolita. Italo-tedesca trapiantata a Milano since 1991, imparo a scrivere prima ancora di camminare: inizio ad usare di nascosto la macchina da scrivere di mia nonna e battuta dopo battuta capisco che quel tic-tic-tic sarebbe diventato il mio suono preferito. Intraprendo la carriera universitaria in ambito comunicativo-giornalistico per perseguire il mio sogno. Cresciuta a pane e rock'n'roll da una mamma hippy approdo ad All Music Italia nel maggio 2015. Una biondina cinica e determinata un po’ Carrie Bradshaw, un po’ Miss Fletcher.
segui su: