FRANCESCA MICHIELIN presta la sua voce per la sigla del cartoon “The powerpuff girls”

Francesca-Michielin-cartoon

Francesca Michielin tra poco più di un mese sarà impegnata a rappresentare l’Italia all’Eurovision Song Contest 2016, per la precisione il 14 maggio, a Stoccolma dove cercherà di catalizzare verso la sua Nessun grado di separazione i voti di tutta Europa; per l’occasione il brano che l’ha fatta salire sul secondo gradino del podio dell’ultima edizione del Festival di Sanremo, si adatta all’aria europea, e con un ritornello del brano cantato in inglese, si trasforma in No degree of separation (ve ne abbiamo parlato qui).

Francesca Michielin ha però in agenda, diversi appuntamenti… dopo essere stata anche ospite nel nuovo show di Rai 1 Laura&Paola lo scorso venerdì, la giovane artista veneta dal prossimo 19 aprile canterà la sigla del cartoon The powerpuff girls, cartoon che andrà in onda sul canale tematico Cartoon Network tutti i martedì alle ore 18.

La giovane artista è molto amata dal pubblico dei giovani con la sua grinta e determinazione, due degli elementi caratterizzanti delle tre sorelle dotate di superpoteri protagoniste del cartone animato( Lolly, Molly e Dolly), darà un valore aggiunto al progetto.

Durante questa nuova serie di The powerpuff girls le sorelline scopriranno di avere nuovi poteri che gli permetteranno di difendere la tranquillità della loro amata Townsville, messa in discussione da nuovi nemici che creeranno scompiglio nella cittadina; unione, determinazione e grinta saranno le caratteristiche essenziali delle tre eroine che hanno il compito di salvare il mondo… rimettendo tutto in ordine prima di andare a dormire.

 

  Blogger qui su All Music Italia quasi per caso, ma soprattutto per passione e dedizione. Lascio dar sfogo alla mia tastiera per poter trasmettere quello che sento. Fin da piccolo, grazie ai miei genitori, ho sempre ascoltato molta musica italiana, Sanremo... un appuntamento da anni. Mi piace scrivere di musica per capire le contaminazioni, le connessioni tra i vari artisti, stili ed influenze del momento e non. Considero la New Generation come un foglio bianco su cui scrivere con fermezza musica e parole per il futuro. Buona Musica!
segui su: