I Finalisti di VITA – I BOSCO ci presentano “Malaga”: tra nostalgia e colore è di nuovo estate (VIDEO)

11951352_1019291831439098_5579272562746859967_n

Prosegue il nostro viaggio alla scoperta dei finalisti di VITA, il  Web-Talent ideato da Believe Digital e Zimbalam. Oggi diamo spazio al racconto del progetto Bosco, quattro giovani musicisti che impariamo a conoscere meglio grazie ad un’intervista realizzata proprio in occasione della loro conquista della fase finale di questo contest, dove si confronteranno con le altre proposte puntando sul video di Malaga, brano che tra i colori e il movimento della vita su una una spiaggia riesce a fondere musicalmente allegria e malinconia, in pieno mood da loro stessi definito “summertime blues“.

Benvenuti su All Music Italia, parlateci di voi e del vostro percorso artistico nella musica fino ad oggi.

Bosco è un progetto che è nato quando un altro è finito. La perdita nel 2014 del chitarrista nella precedente formazione non è stata solo la perdita di un amico o di un musicista, è stata la perdita di personalità, idee e sentimenti che venivano infuse nella musica di una band. Non avrebbe avuto senso continuare con il vecchio nome: a prescindere e per motivi diversi non eravamo più le stesse persone di prima, e ci sembrava giusto ripartire da zero per ritornare ad esprimere la nostra nuova personalità. Allo stesso modo incontrando Giulia, abbiamo fatto la scelta di non sostituire una chitarra con un’altra, ma di lasciarci alle spalle il vecchio set up e di aggiungere synth e seconda voce, in modo da poter affrontare nuovi stimoli e nuovi metodi di composizione.

Il vero nemico di una band di persone che suonano insieme da una decina d’anni (in questo caso Daniele alla chitarra, Francesco alla batteria e Alessia al basso ndr) è la pigrizia e la mancanza di stimoli al rinnovamento: bisogna evitare di inserire il pilota automatico facendo sempre le stesse cose, ed appoggiandosi ai vecchi metodi, anzi, bisogna sempre cercare di uscire dalla propria zona di comfort musicale e spingersi a provare qualcosa di nuovo, di mai fatto prima.

Quando e come è nato il brano che presentate in VITA e di cosa parla?

Malaga è un brano scritto in vacanza, sulla spiaggia, canticchiato sul memo vocale del cellulare e riportato a Roma come souvenir dell’estate. A dispetto del suo ritmo e del mood, è in realtà un summertime blues. Ecco che sei lì, ad aspettare ogni undici mesi proprio quel momento dell’anno: le vacanze, l’estate calda ed il sole. Decidi di partire e spendere un po’ dei tuoi sudati guadagni, ma tutto sembra durare solo il tempo che ci metti a bere un drink, poi dritti di nuovo a casa a tirar le somme con la realtà, mentre forse gli altri sono ancora in ferie. E allora non c’è fine alla nostalgia, che ci scivola nella testa e fra le dita, come la grana fine dei castelli di sabbia.

Videoclip e musica sono da molti anni, ed oggi nell’epoca di Youtube più che mai, un connubio importantissimo. Quanto conta per il progetto Bosco il video di una canzone?

Noi pensiamo che il videoclip sia la trasposizione visiva e grafica del racconto che si trova all’interno di ogni brano: è il modo per rendere più tangibili le sensazioni che la canzone esprime. In ogni caso il protagonista del video è la canzone, e seguendo questa convinzione spesso ci siamo ritrovati a decidere di non voler comparire noi stessi all’interno della clip, o comparire di sfuggita. Non è obbligatorio essere sempre presenti visivamente se non c’è necessità narrativa: il brano stesso già parla di noi e già esprime le nostre idee, la nostra personalità. Cerchiamo perciò di scegliere immagini o creare narrazioni che siano condivise da tutta la band, e c’è da dire che siamo molto facilitati dal fatto che Giulia essendo nostra tastierista e nostra videomaker, riesce ad esprimere perfettamente il gusto e lo stile della band, visto che ne fa parte in prima persona.

Raccontateci del video che avete presentato su ViTA?

Malaga nasce su una spiaggia dell’omonima città. E’ un brano allegro, musicalmente felice, corre veloce, racconta la gioia dell’estate che vorremmo non finisse mai. Nonostante l’apparente euforia e grinta della parte musicale è anche un testo che ci parla di amarezza, di precarietà, di separazione e di nostalgia per la fine del momento più atteso e anche più breve dell’anno e per il ritorno alla quotidianità che inesorabile ci attende. Per rendere al meglio questo contrasto e rendere il video il più possibile aderente al concept del brano, abbiamo scelto di rappresentare la gioia e l’euforia dell’estate e di rendere il luogo in cui è nato il brano protagonista di questo lavoro, ma abbiamo deciso di farlo al chiuso, in un set di posa e non dal vero: come se avessimo voluto esprimere la differenza fra l’estate che uno ha in testa e l’estate che veramente ti capita (per la maggior parte del tempo chiuso in qualche ufficio a lavorare).

Malaga è il classico singolo estivo che ci si ritrova a canticchiare sulle spiagge tra un bagno e un margarita, da qui la scelta di riprendere un’intera giornata al mare, dando ritmo al video con un continuo timelapse di una spiaggia che si riempie e che poi si svuota baciata dal tramonto, ma questa spiaggia non è lì dove sei tu. Abbiamo realizzato questo video nel giro di una settimana, è semplice ma efficace e contribuisce a nostro avviso a dare il giusto colore e il giusto immaginario al brano.

Perché avete scelto di partecipare a VITA?

Abbiamo scelto di partecipare a VITA per poter trovare un punto di contatto sia con il pubblico online che con la giuria di qualità. Da una parte è fondamentale dialogare con il pubblico, suonare dal vivo, proporre nuove canzoni e video o andare in tour, e ci è capitato di ricevere parecchie email da persone che ci hanno scoperto online, anche grazie a questo talent; dall’altra è altrettanto importante poter contattare gli addetti ai lavori, accedere allo scouting per poter presentare la propria musica e magari riuscire ad instaurare un rapporto professionale, lavorare insieme e bene per poter far godere il meglio della musica al pubblico. VITA presentava tutti e due questi elementi e ci ha convinto a partecipare. Sappiamo che per raggiungere un obiettivo ci vuole la passione e la determinazione dell’artista, il supporto dell’organizzazione e l’amore dei propri fans. Speriamo al più presto di ottenere quello che a noi manca, sperando che VITA ce lo dia.

Ora non ci resta che lasciarvi al video di Malaga, invitandovi a commentare direttamente al link del video, esprimendovi su questa nuova realtà musicale.

BOSCO – MALAGA – VIDEO

 

  Classe 1983, piemontese, su AllMusicItalia per fondere finalmente passione ed esperienze maturate nella musica e nella scrittura, con l’obbiettivo di creare un racconto che possa portare un punto di vista originale su quanto presente nel panorama musicale del nostro paese. Il tutto armato di curiosità, in particolar modo nei confronti dei mille sorprendenti volti offerti dalla musica emergente italiana.
segui su:

  • Frances

    Mi sembrano gli unici che facciano la musica adatta alla new wave italiana che ci sta adesso.

  • Marta

    <3

  • Marta

    Essendo anche io musicista ed autrice, condivido in pieno le parole sull’evitare di fare sempre le stesse cose e cercare di esplorare sempre nuovi aspetti della propria musica!