FIMI si muove contro lo streaming falsato. Partono quattro segnalazioni alla guardia di finanza

fimi

Chi ci legge in maniera assidua sa che il nostro sito da sempre ha una netta posizione sullo streaming, ovvero il nostro pensiero si riassume nel fatto che, sicuramente le piattaforme streaming sono un nuovo e indispensabile mezzo per usufruire di musica, ma allo stesso tempo da sempre manifestiamo dubbi sul fatto che sia giusto gli ascolti contribuiscano all’assegnazione di dischi d’oro e platino vista la possibilità di “manometterli” con ascolti di massa o attraverso siti che operano in questo settore.
Oggi in questa direzione arriva un’importante notizia dalla FIMI che ha ha iniziato a muoversi verso quei siti che offrono la possibilità di incrementare lo streaming a pagamento.

E´ cosa nota da un po’ il fatto che esistano nel web dei siti internet che offrono svariati servizi di questo tipo a pagamento… si va dall’acquisto in blocco dello stesso brano su iTunes, fino all’aumento di follower e fan sui social network per arrivare appunto all’acquisto di pacchetti che aumentano considerevolmente gli ascolti su Spotify, Deezer e le altre piattaforme di streaming.

Attraverso un comunicato FIMI (Federezione Industria Musicale Italiana) annuncia di aver segnalato alla Guardia di Finanza quattro servizi online che offrono, a pagamento, un incremento nel numero di ascolti sulle piattaforme di streaming con il potenziale effetto di inquinare le classifiche di vendita e le certificazioni.
Il comunicato inoltre recita:

Questa iniziativa si aggiunge alle misure di sicurezza già in vigore e gestite da GfK Italia per monitorare ed escludere le anomalie rilevate nelle vendite di dischi, nel download e nello streaming.
FIMI agisce con l’obiettivo di mantenere l’assoluta integrità e trasparenza del servizio Top of the Music relativo alle classifiche e alle certificazioni nazionali e come tale non esiterà a denunciare alle autorità qualsiasi ulteriore azione fraudolenta.

FIMI tutela e promuove le attività connesse all’industria discografica e fornisce le classifiche Top of The Music e le certificazioni ufficiali sul mercato italiano. Le classifiche ufficiali Top Of The Music rilevano i dati dei prodotti fisici e digitali in Italia su base settimanale e forniscono un riferimento ufficiale per il mercato musicale“.

Ovviamente non possiamo che essere felici di questa azione da parte di FIMI nella speranza che ne seguano altre in modo da arginare totalmente il problema.

 

  Cresciuto con la passione per la musica dopo l'adolescenza inizia a frequentare il Music Business. Le sue prime esperienze avvengono nel campo dei fan club, nel corso degli anni ne crea e porta al successo diversi. Col tempo affina le sue capacità in vari settori del campo musicale. Tour manager per Barley Arts, Personal Assistant per Syria, Niccolò Agliardi e, per sette anni, con Gianluca Grignani. Di quest'ultimo scrive anche la biografia Rokstar a metà. Dopo essersi cimentato come produttore con l'ex "Amici di Maria De Filippi, Eleonora Crupi con cui incide quattro singoli portandola a duettare al Mediolanum Forum con Laura Pausini a febbraio del 2014 crea e lancia il sito All Music Italia che, in pochi mesi, diventa una realtà consolidata del panorama dell'informazione musicale sul web, tra i siti leader del settore. Da diversi anni è giudice in diverse manifestazioni musicali tra cui il Coca Cola Summer Festival, in onda su Canale 5.
segui su: