FIM 2016: la Fiera Italiana della Musica arriva a Lario Fiere

FIM 2016

FIM, la Fiera Italiana della Musica ha una nuova casa, l’edizione 2016 di una delle manifestazioni tra le più interessanti a livello internazionale, si terrà infatti nei padiglioni di Lario Fiere ad Erba dal 9 all’11 settembre.

Ideato dal Gruppo MAIA con la collaborazione di BigBox e il contributo di Regione Lombardia, FIM 2016 ha l’obiettivo di fare emergere le nuove creatività del mercato della musica in Italia; si caratterizza per l’originalità del progetto fieristico. Nato dopo un’attenta osservazione delle fiere musicali nazionali e internazionali, quasi tutte alla ricerca di una nuova identità, il FIM adotta la formula dell’evento contenitore di eventi – flessibile, economicamente compatibile con le caratteristiche del mercato italiano e più adatta a rappresentarlo in tutte le sue declinazioni.

Con un numero inaspettato di visitatori reali e virtuali raggiunti e di artisti coinvolti negli eventi delle precedenti edizioni, il FIM ha dimostrato di essere soprattutto la casa dei musicisti, ma anche delle nuove realtà produttive, spesso nascoste nelle nicchie del mondo virtuale, eppure così desiderose di trovare un proprio spazio nel mondo reale. Le prime tre edizioni sono state un vero e proprio laboratorio sul campo, che ha dato agli organizzatori una visione reale dell’attuale mercato italiano della musica dal punto di vista di chi la produce; un mercato solo in superficie così vecchio, sfilacciato e bloccato nello sviluppo. Regione Lombardia ha dunque deciso di raccogliere i frutti di questo laboratorio supportando la nuova edizione con l’obiettivo di realizzare una mappa del settore nazionale partendo dal già ricco ambito regionale.

Organizzato in uno spazio fieristico adeguato e ricco di dotazioni adatte ad una fiera della musica, con uno studio televisivo live dedicato alle trasmissioni video in diretta streaming, un video wall in posizione strategica, un main stage, 2 saloni espositivi, un’aula per i seminari, un’aula per i meeting, una sala di networking, due aree di dimostrazione, una sala con 250 posti per le esibizioni live, un’area dedicata ai media partner, il FIM conferma il suo obiettivo di supporto alle realtà più dinamiche del settore.
All’interno dei padiglioni di una fiera situata a pochi chilometri di distanza da Milano, musicisti e fornitori di prodotti e servizi per la musica troveranno un loro spazio adeguato per farsi conoscere e per arricchire la propria professionalità e competenza. Da parte loro, gli organizzatori ce la metteranno tutta per allestire un programma ricco e di qualità, per far crescere il mercato della musica… parlando di musica.

Inoltre, l’11 settembre 2016 si ripropone anche a Erba l’accoppiata vincente FIM e Prog-rock.

Un appuntamento fisso di tutte le precedenti edizioni, il Prog-rock ha ospitato alcuni degli artisti italiani più importanti del rock progressivo italiano, un genere che continua ancora oggi a catturare l’interesse degli appassionati di tutto il mondo, soprattutto dall’estremo oriente. Organizzato con la collaborazione della Black Widow Records di Genova, il Prog Festival ha visto salire sul palco del FIM tra gli altri Delirium, La Coscienza di Zeno, TheTrip, Claudio Simonetti, Il Tempio delle Clessidre, Garybaldi, LatteMiele, Osanna, Aldo Tagliapietra (Orme), Picchio Dal Pozzo, Bernardo Lanzetti, Ut New Trolls e Goblin Rebirth, spesso accompagnati nelle loro esibizioni sul palco da musicisti stranieri attirati dalla qualità di questo festival.

Al FIM 2016 i concerti del Festival Prog costituiranno il Prog Day, giornata di esibizioni live sul main stage domenica 11 settembre. Durante gli altri giorni sono comunque previste altre iniziative dedicate agli appassionati del genere, compresa la Genesis Night del 9 settembre. La lineup è un concentrato di grande prog rock: si i inizia con i Not A Good Sign della scuderia ALTROCK, giovane ma già affermata band influenzata da Van Der Graaf, King Crimson, Steven Wilson, Ennio Morricone. A seguire, una delle più brillanti novità della Black Widow Records, The Mugshots da Brescia, che sconvolgeranno il pubblico con il loro sound esplosivo, un mix tra progressive e horror rock, metal e sprazzi geniali di punk rock. Sarà poi il momento degli SLOGAN, con il loro omaggio al Banco del Mutuo Soccorso, che prevede anche una speciale dedica all’indimenticabile Francesco Di Giacomo. Saliranno poi sul palco Paolo Siani con la Nuova Idea, una band importante della storia del prog rock genovese e della quale fanno parte personaggi come Giorgio Usai, Ricky Belloni, Roberto Tiranti e Marco Zoccheddu tra gli altri; presenteranno il nuovo album Faces with no traces. In chiusura suonerà il gruppo di casa Il Biglietto Per L’Inferno, con il loro esaltante spettacolo tra rock, folk e teatro.

FIM 2016 – SOUND AND VISION

Musica e immagini si incontrano al FIM 2016. Sound and Vision è il tema di questa edizione.
Il pubblico potrà provare gli strumenti musicali e le apparecchiature audio presenti nell’area Expo dedicata al Made In Italy emergente; informarsi sui servizi offerti al musicista nell’area MeetTheMusic o curiosare nello spazio VinylShow; godersi i concerti del Main stage o gli showcase dell’area Live; sedersi in Casa-FIM per assistere alle interviste video trasmesse in streaming o partecipare ai seminari del FIM University. Infine, il visitatore può rilassarsi nell’area FIMFood dopo essersi immerso in un luogo ricco e stimolante, come è la stessa musica di oggi, se osservata sotto la superficie della banalità diffusa che il FIM vuole contribuire a spazzar via.

  Una mente intuitiva e razionale per un corpo istintivo e cosmopolita. Italo-tedesca trapiantata a Milano since 1991, imparo a scrivere prima ancora di camminare: inizio ad usare di nascosto la macchina da scrivere di mia nonna e battuta dopo battuta capisco che quel tic-tic-tic sarebbe diventato il mio suono preferito. Intraprendo la carriera universitaria in ambito comunicativo-giornalistico per perseguire il mio sogno. Cresciuta a pane e rock'n'roll da una mamma hippy approdo ad All Music Italia nel maggio 2015. Una biondina cinica e determinata un po’ Carrie Bradshaw, un po’ Miss Fletcher.
segui su: