Festival di Ghedi: aperte le iscrizioni per la XVI edizione

poster

Il Festival di Ghedi apre le iscrizioni per la sedicesima edizione forte di una squadra di giurati che raccoglie le eccellenze della discografia e radiofonia italiana e che quest’anno proporrà anche stage formativi in occasione delle selezioni in loco previste a Milano e a Roma rispettivamente l’11 e il 18 ottobre.

Ad ascoltare gli artisti presenti al Festival, a fare da docenti e a valutarli saranno personaggi del calibro di Marco Ragusa, direttore di Warner Chappel e Roberto Rossi, direttore di Sony Music, due tra i più grandi discografici italiani; Antonio Vandoni, direttore artistico musicale di Radio Italia e Video Italia e talent scout attento all’aspetto radiofonico dei singoli progetti artistici; Elio Cipri della Red Fish, edizioni musicali; Luca Colombo, primo chitarrista dell’Orchestra del Festival di Sanremo e stretto collaboratore di artisti della portata di Eros Ramazzotti; e ancora Franco Zanetti, direttore di Rockol e una delle più autorevoli penne del giornalismo musicale italiano.

Ma non è tutto, oltre agli importanti momenti di formazione affidati ai massimi esponenti della discografia italiana, il Festival di Ghedi 2015 consentirà ai migliori artisti in gara di vincere una serie di premi chiave per accedere al mercato discografico: la promozione radio e web del brano presentato in concorso, il Premio Speciale Warner Chappell, che consiste in un anno di contratto come autore con l’etichetta e il Premio Sony Music, assegnato direttamente dai direttori delle etichette discografiche.

Antonio Vandoni, direttore artistico musicale di Radio Italia e Video Italia, ha dichiarato in merito: 

“Dal Festival di Ghedi abbiamo trovato autori di rilievo che hanno dato brani ad artisti e sono diventati vere e proprie hit; altri si sono affacciati ai talent o hanno proseguito la loro strada musicale, insomma, il Festival di Ghedi è stato ed è tutt’oggi il ponte tra la cantina e la discografia vera, un punto di riferimento dei discografici italiani per cercare nuovi talenti. È questo il valore aggiunto del festival: la serietà, oltre al lavoro continuo dei ragazzi che durante tutto l’anno contribuiscono allo sviluppo e alla crescita degli artisti. Su tanta offerta di nuovi artisti che arrivano, inoltre bisogna fare una selezione, per questo seguiamo tutti con interesse una realtà come il Festival di Ghedi, veicolo per arrivare direttamente a noi di Radio Italia>>.

Una sorpresa aggiuntiva per i partecipanti di quest’anno: come già accaduto per alcuni finalisti delle ultime due edizioni del Festival, Sony Music Italy si riserverà la possibilità di selezionare alcuni dei concorrenti finalisti, dando loro la possibilità di effettuare un’audizione ufficiale presso gli studi di registrazione Sony Music Italy direttamente a Milano. Le selezioni e gli stage formativi si svolgeranno in occasione delle selezioni che come detto in precedenza si svolgeranno a Milano l’11 ottobre presso il Memo in Via Monte Ortigara, 30 e a Roma il 18 ottobre presso L’Asino che vola in Via Antonio Coppi 12d.

Sarà possibile iscriversi a stage e selezioni direttamente sul sito del Festival entro il 7 settembre 2015.

  Una mente intuitiva e razionale per un corpo istintivo e cosmopolita. Italo-tedesca trapiantata a Milano since 1991, imparo a scrivere prima ancora di camminare: inizio ad usare di nascosto la macchina da scrivere di mia nonna e battuta dopo battuta capisco che quel tic-tic-tic sarebbe diventato il mio suono preferito. Intraprendo la carriera universitaria in ambito comunicativo-giornalistico per perseguire il mio sogno. Cresciuta a pane e rock'n'roll da una mamma hippy approdo ad All Music Italia nel maggio 2015. Una biondina cinica e determinata un po’ Carrie Bradshaw, un po’ Miss Fletcher.
segui su: