ERMAL META e FABRIZIO MORO: in preparazione la versione del brano per l’Eurovision Song Contest

Ermal Meta e Fabrizio Moro

Sabato 12 maggio, sul palco dell’Altice Arena di Lisbona, Ermal Meta e Fabrizio Moro rappresenteranno l’Italia nella finale dell’Eurovision Song Contest con una versione di Non mi avete fatto niente accorciata a 3 minuti.

La manifestazione europea ha nei confronti dei brani un approccio diverso rispetto al Festival di Claudio Baglioni. Se il cantautore romano aveva permesso ai brani sanremesi una durata massima di 4 minuti, il regolamento dell’Eurovision Song Contest parla chiaro e un brano, per poter partecipare, non deve durare più di 3 minuti.

LA NUOVA VERSIONE DI ‘NON MI AVETE FATTO NIENTE’

Lo scorso anno Francesco Gabbani per partecipare all’ESC fu costretto a tagliare la seconda strofa, così come fu abbastanza eclatante fu il caso di Grande Amore de Il Volo. Entrambe le canzoni persero un po’ di appeal e forse la loro posizione in classifica finale fu il risultato di questo taglio necessario.

Ancora non è stato confermato il testo della versione eurovisiva del brano e quindi non si sa dove interverrà la forbice sul brano di Ermal Meta e Fabrizio Moro.

Sul Canale Youtube ufficiale dell’Eurovision Song Contest è presente il video del brano nella versione originale e bisognerà aspettare ancora qualche settimana prima di conoscere la versione eurovisiva definitiva del pezzo. Indiscrezioni confermano che le strofe del brano non saranno toccate, mentre saranno accorciati i ritornelli. Il brano non perderebbe così il senso originale, ma gli incisi verrebbero tagliati e verrebbero sacrificate solo un paio di ripetizioni.

Il brano nella versione in cui verrà interpretato a Lisbona sarà presente nella compilation che raccoglie tutti i brani della manifestazione, in genere disponibile dalla fine di aprile. Non ci resta che aspettare.

Leggi anche:  CLUB TENCO: la canzone d'autore sbarca a Roma il 19 e 20 aprile

Nel frattempo il brano, secondo gli scommettitori, ha buone possibilità di arrivare nella Top Ten, anche se un risultato migliore rispetto al decimo posto pare piuttosto difficile. Ma si tratta di quote e fino a quando i brani non saranno ascoltati a Lisbona durante le prove ufficiali è difficile fare dei pronostici attendibili, considerando che all’Eurovision l’aspetto visual ha una considerevole importanza.


 

  Musicista, speaker e direttore artistico di Radio Due Laghi e collaboratore di diverse testate nazionali e internazionali