DONATO SANTOIANNI con “Poche ore” è la nuova scommessa di GIANNI BELLA (TESTO)

donato_santoianni_poche_ore

L’avevamo lasciato qualche mese fa al ritmo della trascinante Parte di me (di cui potete vedere il videoclip girato in “modalità selfie” qui). Ora Donato Santoianni torna in radio a partire proprio da oggi, 13 marzo, con il brano Poche ore. Canzone che tra l’altro gli ha consentito di essere selezionato tra le 60 migliori proposte  per Sanremo giovani 2015 dalla commissione artistica del Festival.

Questo nuovo singolo che anticipa l’uscita del nuovo album di Santoianni, previsto per la fine dell’anno, è una raffinata ballata pop che racconta l’impotenza di un amore a senso unico ed è firmata dal giovane cantautore a quattro mani con un’artista che ha fatto parte della storia della musica italiana, e che ha voluto scommettere sul suo talento diventandone il produttore: parliamo di Gianni Bella, che ha contribuito alla stesura della parte musicale del brano con la collaborazione di Luca Lanza.

Poche ore prodotto da Nuova Gente con la supervisione di Chiara Bella e distribuito da Artist first, sarà in rotazione radiofonica e in vendita in tutti i principali store di musica digitale a partire da oggi.
Ecco come Donato racconta il brano:
Poche ore è un produzione con influenze internazionali, accompagnata da un testo d’autore e d’amore. È una dichiarazione d’amore che ogni donna vorrebbe sentirsi dire, quella dichiarazione che può permettere di recuperare anche un amore apparentemente finito, quelle parole sincere, in grado di cancellare qualsiasi sbaglio, ddi convincere la propria metà che senza di lei quel che rimane sono solo utopie e poche ore vuote. Il testo che ho realizzato mi rispecchia profondamente, un amore a senso unico, una visione monotematica ma non sofferente. L’ipotetico protagonista della canzone è consapevole di essere dipendente dalla sua storia d’amore ma non la vive con sofferenza o disperazione, come spesso viene raccontato, ne prende atto e si accontenta di quel che ha, vive di ricordi e solitari sguardi ma accetta che sia così, senza disperazione”.

Riguardo a questo nuovo inizio sotto l’ala protettrice di Gianni Bella, spiega:
Sono estremamente grato a Gianni, bell’ultimo periodo è diventato il mio unico grande riferimento, non solo per una questione affettiva, insieme a Chiara ho riscoperto molte sue canzone, anche poco conosciute, di una bellezza che mi ha travolto e che mi hanno dato grande ispirazione. Gianni è stato pragmatico, mi ha trasmesso la sua grande capacità di essere melodico e quindi popolare, ma con un gusto davvero moderno, a tratti psichedelico“.

Anche l’arrangiamento del brano vede un altro grande nome al lavoro: Danilo Madonia che, in passato, ha collaborato tra gli altri con Renato Zero, Eugenio Finardi, Anna Oxa, Ron e molti altri. Danilo ha realizzato l’intera produzione, donandole un respiro ancora più internazionale. Un lavoro in studio importante nato dopo mesi e mesi di dedizione nell’ascolto di provini e idee, un confronto diretto e costanza con Gianni, Chiara e Luca Lanza. Quasi un anno per dare alla canzone una veste ricca ma non sovrabbondante, varia ma non disomogenea, arrangiamenti pensati nello stesso segno della spontaneità e dell’immediatezza nell’ispirazione.
Lavoro che in parte noi di All Music Italia abbiamo seguito attraverso dei videoclip denominati Un minuto in studio, in cui Donato ha voluto condividere con noi la lavorazione di questa canzone. Quattro, per ora, mini clip che potete rivedere qui: parte I, parte II, parte III e parte IV.

Per rimanere informati sulle attività musicali di Donato Santoianni potete seguirlo sulla sua pagina Facebook ufficiale e sul suo profilo Twitter.
Di seguito il testo di Poche ore.

santoianni_piano

POCHE ORE – DONATO SANTOIANNI – TESTO

Vorrei poter restare legato come un filo
al tuo maglione blu
vorrei poter proteggerti
sono un riparo dentro a un temporale
se poi non sono in grado
di raccontare storie belle come lo fai tu
vorrei poter sorprenderti
come il risveglio il giorno di natale

dicono che la tua assenza
è la mia compagnia
che non hai nessuna colpa
è sempre e solo mia
tra insulti ed aforismi di canzoni
cerco un buon motivo ai miei perché

se non fosse per te
a me resterebbe sognare
se non fosse per te a me rimarrebbero
solo poche ore da vivere
se non avessi più te
mi basterebbe restare
chiuso in un angolo fermo ad osservarti
per poche ore

vorrei poter rischiare
collezionando attimi
di pura libertà
vorrei poter confondermi
sono l’ombra che ti ostini a calpestare

i nostri viaggi e pose da fotografia
cercavi la tua strada
ed hai incontrato la mia
tra errori e sogni
chiusi in un cassetto
trovo una risposta ai miei perché 

se non fosse per te 
a me resterebbe sognare
ma se non fosse per te a me rimarrebbero
solo poche ore da vivere
se non avessi più te 
mi basterebbe restare
chiuso in un angolo fermo ad osservarti
per poche ore

se non fosse per te 
a me resterebbe sognare
ma se non fosse per te a me rimarrebbero
solo poche ore da vivere
se non avessi più te 
mi basterebbe restare
chiuso in un angolo fermo ad osservarti
per solo poche ore

  Cresciuto con la passione per la musica dopo l'adolescenza inizia a frequentare il Music Business. Le sue prime esperienze avvengono nel campo dei fan club, nel corso degli anni ne crea e porta al successo diversi. Col tempo affina le sue capacità in vari settori del campo musicale. Tour manager per Barley Arts, Personal Assistant per Syria, Niccolò Agliardi e, per sette anni, con Gianluca Grignani. Di quest'ultimo scrive anche la biografia Rokstar a metà. Dopo essersi cimentato come produttore con l'ex "Amici di Maria De Filippi, Eleonora Crupi con cui incide quattro singoli portandola a duettare al Mediolanum Forum con Laura Pausini a febbraio del 2014 crea e lancia il sito All Music Italia che, in pochi mesi, diventa una realtà consolidata del panorama dell'informazione musicale sul web, tra i siti leader del settore. Da diversi anni è giudice in diverse manifestazioni musicali tra cui il Coca Cola Summer Festival, in onda su Canale 5.
segui su: