DANIELA MASTRANDREA vince VITA. A sorpresa la classica sbanca il Web Talent di BELIEVE DIGITAL (VIDEO)

daniela_mastrandrea

Si è conclusa con la vittoria della pugliese Daniela Mastrandrea la prima edizione del Web Talent VITA. Una lunga cavalcata iniziata la scorsa primavera, che ha visto oltre 150  iscritti contendersi l’ambito premio messo in palio da Believe Digital e Zimbalam Italia, etichette promotrici del contest.

Una vittoria a sorpresa, quella della giovane artista di Gravina in Puglia, che porta sul gradino più alto del podio un genere spesso ostico al grande pubblico come la musica classica. Un’impresa che fosse anche solo per questo porta con sé un ulteriore merito.

Daniela Mastrandrea ha superato i competitori della finalissima (QUI il nostro articolo a riguardo) in primis grazie alle visualizzazioni ottenute dal video di Volo di Gabbiani, title track del suo album d’esordio.

DANIELA MASTRANDREA  – VOLO DI GABBIANI – VIDEO

Il pezzo è stato poi capace di conquistare il giudizio del prestigioso collettivo di addetti ai lavori messo insieme per la proclamazione finale.

Oltre al pubblico del web, questa composizione ha infatti conquistato la giuria composta da Massimiliano Longo, direttore di AllMusic Italia, Vince Tempera, Umberto Iervolino, Enrico Molteni, Giovanni Gulino, Giordano Sangiorgi e Luca Stante.

Un successo che porta nelle mani di Daniela un contratto discografico del valore di €15.000. L’inizio di una collaborazione professionale che tra le altre cose prevede la promozione di un progetto discografico, la realizzazione di un nuovo video e una serie di appuntamenti live.

Alla vigilia delle fasi finali di VITA, avevamo incontrato Daniela Mastrandrea (QUI l’intervista integrale).  Lei stessa ci aveva raccontato le aspettative legate a questo concorso, che oggi sembrerebbero essere state ripagate nel migliore dei modi:

“Perchè ho scelto di partecipare a VITA? Data la mole di brani che ho scritto sino ad oggi e le mancate occasioni in Italia, specie per la musica classica, di condivisione e divulgazione, mi è sembrata una buona e giusta opportunità di confronto e possibilità di espressione per dare voce alle mie note, in questo mondo in cui chiudono teatri, orchestre e fondazioni.”

Alla luce di questa parole, il riscontro avuto dalla sua musica acquista un valore ben più grande del premio in sé, diventando un appiglio di fiducia e di conforto a chi insegue in maniera sana il sogno della musica nel nostro paese, nonostante i molti segnali scoraggianti che parrebbero giungere da più parti.

 

 

 

  Classe 1983, piemontese, su AllMusicItalia per fondere finalmente passione ed esperienze maturate nella musica e nella scrittura, con l’obbiettivo di creare un racconto che possa portare un punto di vista originale su quanto presente nel panorama musicale del nostro paese. Il tutto armato di curiosità, in particolar modo nei confronti dei mille sorprendenti volti offerti dalla musica emergente italiana.
segui su: