CRIS GECO: tra omaggio a Faber e ritratto rap del nostro paese ecco “La Tribù degli Arlecchini” (VIDEO)

cris-geco

L’esordio del rapper avellinese Cris Geco arriva con La tribù degli Arlecchini, un pezzo in uscita con l’etichetta Suono Libero Music che, proprio nei giorni dei festeggiamenti della nostra Repubblica porta in scena un brano capace di portare spunti di riflessione attraverso la descrizione delle attuali condizioni del nostro paese, soffermandosi sulle difficoltà che avvolgono la condizione economica e morale di parte della nostra società.

Uno spunto forte, veicolato dal rap, genere che da sempre si fa messaggero di temi non facili, in un modo innovativo che prevede la rilettura in chiave hip hop della celebre Un Giudice di Fabrizio De Andrè, costruendo un pezzo che mette in fila tutte le realtà “colpevoli” di aver portato molti contesti della nostra nazione in mano a quella che viene descritta come La Tribù degli Arlecchini.

La maschera carnevalesca più celebre del nostro paese si fa metafora di una classe politica o di potere in genere, chiamata a dirette responsabilità per la pesante situazione di deficit italiana. Un singolo di peso per l’esordio di Cris Geco, ottimo biglietto da visita del suo primo album che vedrà la luce entro l’inverno 2015, che potremo trovare su 240 store digitali distribuito da Believe Digital dove si potrà acquistare questo lavoro costituito da un’originale miscela di rap e cantautorato che troverà spazio anche in versione fisica, in un’edizione speciale.

Per il lancio de La Tribù degli Arlecchini è stato realizzato anche un video ufficiale, diretto dal giovane regista Francesco “Stonoman” Cioffi per Pixel Video, mentre la voce narrante – in apertura del brano a parafrasare Faber – è dell’attore Corrado Taranto.

Un video d’impatto, arricchito dalla partecipazione del coro dei ragazzi della scuola dell’Istituto Statale Pitagora di Arco Felice (Pozzuoli), diretto dal cantautore Lino Blandizzi.

CRIS GECO – LA TRIBU DEGLI ARLECCHINI – VIDEO

Satira sociale, attacchi alle illusioni che attraversano il nostro vissuto dall’ingresso nell’Euro, che si legano attraverso il talento di Cris Geco che si presenta diretto e con un’impatto deciso e interessante che nasce dal connubio tra critica e musica, miscelate con sapienza ed equilibrio per portare alla riflessione più che alla provocazione.

Cris Geco, al secolo Cristian Russomanno, avellinese classe ’91, si avvicina alla musica a 6 anni quando rimane rapito da Fabrizio De Andrè e dai Dire Straits, passioni che si fondono a quella per il rap, che arriva grazie agli Articolo 31 oltre che ad ascolti d’oltreoceano come  Eminem, 2 Pac, Notorious Big e al più recente rap mainstream nostrano di Fabri Fibra, Neffa, Caparezza e Clementino.

Cris è un grande sportivo, amante del pugilato e dei viaggi, che lo porteranno a vivere per 7 mesi a Cambridge, durante i quali passa da “lavapiatti” a Dj. Rientrato in Italia cresce la sua indole musicale, arrivando alla demo A’ Voce Ribelle, un EP autoprodotto nel 2013, che gli permette di entrare  nella scena rap avellinese, in primis grazie al singolo Chello ca veco. Seguirà Musicapariammo registrato con il collettivo avellinese Slam Family e disponibile in free download.

Nel 2014 firma il suo primo contratto discografico con l’etichetta indipendente napoletana Suono Libero Music dove, sotto la produzione artistica di Nando Misuraca, lavora al primo album ufficiale da solista in uscita entro il 2015 ed anticipato proprio dal singolo La Tribù degli Arlecchini.

Per conoscere meglio Cris Geco potete collegarvi alla pagina Facebook dell’etichetta Suono Libero Music (QUI) o seguire il suo profilo Twitter (QUI).

  Classe 1983, piemontese, su AllMusicItalia per fondere finalmente passione ed esperienze maturate nella musica e nella scrittura, con l’obbiettivo di creare un racconto che possa portare un punto di vista originale su quanto presente nel panorama musicale del nostro paese. Il tutto armato di curiosità, in particolar modo nei confronti dei mille sorprendenti volti offerti dalla musica emergente italiana.
segui su: