Con “Io non sono razzista ma…” il rap di WILLIE PEYOTE affonda stilettate nel tema del razzismo e dell’immigrazione

willie peyote

E´in rotazione da venerdì scorso Io non sono razzista ma… il nuovo singolo del rapper torinese Willie Peyote, all’anagrafe Guglielmo Bruno classe 1985.
Il brano è il terzo estratto dal secondo album dell’artista, Educazione Sabauda, in streaming dallo scorso venerdì e in vendita prossimamente.

Dopo la pubblicazione del primo album intitolato Non è il mio genere il genere umano nel 2013, Willie Peyote è tornato quest’anno con quello che lui definisce il suo primo album. Il disco è uscito per l’indipendente ThisPlayMusic ed è stato prodotto da Frank Sativa con il supporto di Dj Koma e Kavah.
Per questo album l’artista ha scelto un sistema di diffusione graduale molto particolare: da venerdì 27 novembre il disco è disponibile in streaming su Spotify anche se non completo, sono presenti infatti solo 9 delle 15 tracce totali. Dopodiché sarà possibile acquistare il disco da iTunes a partire dal prossimo 11 dicembre e, infine, la versione fisica dell’album arriverà nei negozi il prossimo 22 gennaio 2016. Un modo per far conoscere l’album gradualmente e convincere gli ascoltatori prima dell’acquisto.

willie-peyote-educazione-sabauda-copertina

Willie Peyote, recente vincitore di Genova per voi e primo rapper ad esibirsi al Festival Giorgio Gaber, ha per il momento estratto due singoli dall’album, Peyote451 (L’Eccezione) e La Dittatura dei Nonfumatori.
Io non sono razzista ma… è il terzo brano estratto dall’album ed è una canzone pungente che tratta temi di estrema attualità nel nostro paese, ovvero quelli dell’immigrazione, del razzismo e dei luoghi comuni che infestano i Social Network riguardo a queste problematiche.
Il brano prodotto da Frank Sativa vede la presenza al basso, all’ukulele e al mandolino di Adriano Del Vecchio.

Ecco come lo descrive il rapper:

Il brano “IO NON SONO RAZZISTA MA… affronta in modo ironico, ma non senza polemica, il tema di grande attualità dell’immigrazione e i luoghi comuni sugli stranieri che affollano i social network, i quotidiani e la campagna elettorale di molti politici. Dopo mesi di sovraesposizione siamo tutti un po’ assuefatti all’emergenza immigrazione tanto che ormai nessuno sembra parlare d’altro dai banchi del mercato alla pausa sigaretta in ufficio“.

Nel disco saranno presenti anche dei featuring con Tormento, Paolito ed Ensi. Di seguito la tracklist dell’album:

01) Peyote451 (l’eccezione)
02) Che bella giornata
03) C’era
04) La scelta sbagliata feat Tormento
05) Interludio (l’avvelenata)
06) L’outfit giusto
07) Willie Pooh
08) Etichette
09) Giudizio sommario
10) Io non sono razzista ma…
11) Vecchio ho fatto un sogno (skit)
12) La dittatura dei non fumatori
13) Nessuno è il mio signore feat Paolito ed Ensi
14) Truman Show
15) E allora ciao

Immagine di copertina: profilo Facebook dell’artista

  
segui su: