Classifica italiana: tante novità, i SUBSONICA conquistano lo scettro

Subsonica

Cinque nuove entrate cambiano il volto della classifica degli album più venduti in Italia e una fa, prevedibilmente, il suo ingresso proprio in vetta: è Una nave in una foresta, il nuovo atteso album dei Subsonica.

Scalano al secondo posto Niccolò Fabi, Daniele Silvestri e Max Gazzè con Il padrone della festa mentre Lenny Kravitz debutta al terzo posto con Strut. Si tratta del decimo album in studio del cantautore statunitense, trainato dalla hit The chamber.

Al quarto posto (-2) ritroviamo i Club Dogo con Non siamo più quelli di Mi Fist che tengono dietro due new entry internazionali: alla #5 Popular problems, l’ultimo album di Leonard Cohen (l’autore dell’immortale “Hallelujah”), alla #6 la coppia che non t’aspetti formata da Tony Bennett e Lady Gaga con il disco di standard del jazz Cheek to cheek.

Nonostante gli ingressi, Tempo reale di Francesco Renga guadagna una posizione e si piazza alla #7, i Modà, invece, vanno giù alla #8 (-2) con Gioia… non è mai abbastanza. Chiudono la top ten il debuttante Jamil, emergente del rapper, con Il Nirvana (che contiene anche una collaborazione con Emis Killa) e Mano nella mano, nuovo album di Sergio Cammariere.

Alla #11 (-2) c’è L’amore comporta di Biagio Antonacci mentre debutta solo alla #12 Così vicini, l’ultimo album di Cristina Donà. Seguono tre best-seller: alla #13 (-1) Ghost stories dei Coldplay, alla #14 Mondovisione (-4) di Ligabue, alla #15 in gran risalita (+13!) Museica di Caparezza.

Dopo il debutto in top ten scivolano alla #16 e alla #17 My everything di Ariana Grande (-12) e World on fire di Slash (-14), troviamo invece alla #18 (-2) Senza paura di Giorgia e alla #19 (+1) Logico di Cesare Cremonini, che manca ancora il rientro fra i primi dieci nonostante il successo radiofonico di GreyGoose.

Chiude alla #20 (-7) A volte esagero di Gianluca Grignani, ormai in caduta libera.

Si segnalano poi l’uscita dalla top 20 dei Dear Jack, appena un gradino sotto (#21) con Domani è un altro film e il debutto di Mario Venuti, alla #26 con Il tramonto dell’occidente, e Ornella Vanoni, alla #51 con il cofanetto Più di me più di te più di tutto.

Si fa nerissima per i brani italiani nella classifica dei singoli più scaricati digitalmente e ascoltati tramite le piattaforme di streaming online.

Alla #1 c’è ancora Enrique Iglesias con Bailando, seguito da Lilly Wood & The Prick feat. Robin Schulz con Prayer in C alla #2 e dai Sheppard con Geronimo alla #3.

Francesco Renga rimane l’unico superstite nostrano in top 20. Il mio giorno più bello nel mondo è alla #18 (-4).

  Laureando in giornalismo, cantante per vocazione, responsabile Officina del Talento qui su All Music Italia, speaker per Radio Stonata, redattore per Eurofestival News. Un ragazzo multitasking direbbero gli inglesi, poiché non riesco a fare una sola cosa in un solo momento. Sento l’esigenza inconscia di incasinarmi la vita con troppi impegni nel mondo della comunicazione e tutti rigorosamente legati alla musica. Vivo costantemente alle prese con file mp3, video Youtube, status su Facebook, hashtag su Twitter, post nei forum. Ma appena possibile stacco il cervello, butto due cose in valigia e parto alla scoperta del mondo.
segui su: