Classifica italiana: subito in vetta i CLUB DOGO e GIANLUCA GRIGNANI

clubdogo_grignani

Tempo di cambiamenti repentini nella classifica degli album più venduti in Italia. Le new entry della scorsa settimana, Ensi e i Maroon 5, perdono colpi e lasciano spazio alle nuove entrate odierne, i Club Dogo e Gianluca Grignani. Non cambia però la presenza di genere: in top 10 solo artisti uomini.

Il trio hip-hop conquista la medaglia d’oro con il nuovo album Non siamo più quelli di Mi Fist, settimo disco in studio di Gué Pequeno, Jake la Furia e Don Joe. Conferma che, volente o nolente, il genere continua a farla da padrone, come già da noi affermato in passato (con non poche critiche!).

A volte esagero, la nuova fatica discografica di Gianluca Grignani, si ferma al secondo posto. Un debutto da non buttare, tuttavia visto il successo del primo singolo, Non voglio essere un fenomeno, ma anche il tanto parlare degli ultimi mesi, ci si aspettava il ritorno del cantautore alla #1, che manca da più di 10 anni (la conquistò nel 2002 con Uguali e diversi).

Non si arresta l’ascesa dei Modà. Dopo 83 settimane Gioia… non è mai abbastanza sale in classifica e si piazza sul gradino più basso del podio, alla #3 (+1).

Salgono anche Francesco Renga, alla #4 (+1) con Tempo reale, e Ligabue, alla #5 (+2) con Mondovisione, mentre Ghost stories dei Coldplay scende dal podio e si piazza alla #6 (-3).

Un altro big della musica italiana, Biagio Antonacci, perde una posizione e si ferma alla #7 con L’amore comporta, tenendo dietro gli stabili Dear Jack, alla #8 con Domani è un altro film.

Alla #9 (-7) i Maroon 5 con V, chiude alla #10 un’altra new entry da storia della musica: Robert Plant, mitica voce dei Led Zeppelin, con il suo nuovo album Lullaby and… The Ceaseless Roar.

Bel tonfo per l’ex leader della classifica, il già citato Ensi, che con Rock Steady va fuori dalla top ten e scivola alla #11 (-10), mentre fanno ancora capolino i Modà con il pluripremiato Viva i romantici, che guadagna addirittura una posizione ed è alla #12.

Prima donna ad apparire in classifica è Giorgia, alla #13 (-1) con Senza paura, seguita da altre due new entry: alla #14 Alla fine del giorno degli Zero Assoluto e alla #15 Live at the Rainbow, progetto live dei Queen che racchiude il mitico concerto andato in scena al Rainbow Theatre di Londra il 20 novembre 1974.

Alla #16 (+1) c’è un’altra donna, Laura Pausini con il suo 20 – The Greatest Hits, mentre alla #17 (+4) tornano nuovamente i Modà con Best – I primi grandi successi. È di nuovo Modà-mania!

Alessandra Amoroso scende alla #18 (-7) con Amore puro, chiudono Cesare Cremonini, alla #19 (-3) con Logico, e i 5 Seconds of Summer alla #20.

Si segnala poi la presenza in top 100 di 5 album degli U2 e altri due album dei Modà: Sala d’attesa alla #70 e Ti amo veramente alla #71.

L’aggiunta dello streaming online alla classifica dei singoli più acquistati digitalmente conferma quanto il pubblico che acquista singoli brani sia poco interessato alle produzioni nostrane. Al primo posto rimane stabile Enrique Iglesias con Bailando, seguito da Lilly Wood & The Prick feat. Robin Schulz con Prayer in C, mentre sale alla 3 Boom clap di Charlie XCX, colonna sonora del film di successo Colpa delle stelle.

Le due bandiere italiane resistenti in top 20 le sventolano Francesco Renga, alla #14 (-4) con Il mio giorno più bello nel mondo, e Valerio Scanu, alla #20 (-5) con Lasciami entrare, insignito del disco d’oro digitale.

  Laureando in giornalismo, cantante per vocazione, responsabile Officina del Talento qui su All Music Italia, speaker per Radio Stonata, redattore per Eurofestival News. Un ragazzo multitasking direbbero gli inglesi, poiché non riesco a fare una sola cosa in un solo momento. Sento l’esigenza inconscia di incasinarmi la vita con troppi impegni nel mondo della comunicazione e tutti rigorosamente legati alla musica. Vivo costantemente alle prese con file mp3, video Youtube, status su Facebook, hashtag su Twitter, post nei forum. Ma appena possibile stacco il cervello, butto due cose in valigia e parto alla scoperta del mondo.
segui su: